Giuseppe Landi
No Comments

Il facile compito di Mr Bee

L'era Berlusconi neanche lontanamente paragonabile all'era Farina

Il facile compito di Mr Bee
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

2 maggio 2015, è una data storica per il Milan e per tutto il calcio italiano. Silvio Berlusconi cede la maggioranza del club a Bee Taechaubol, broker thailandese. Nelle scorse ore l’era berlusconiana è stata paragonata a quella di Farina, una boiata pazzesca, assurda. Gli ultimi due anni di anonimato, non possono e non devono cancellarne altri 27 di continui successi, che hanno portato il club rossonero ad essere il più titolato al mondo. Non stimo la persona Berlusconi, c’è da dire però che questa volta ha avuto ragione, ne esce assolutamente vincitore visti i risultati conseguiti e la promessa mantenuta. Quella promessa del 20 febbraio ’86: “Farò del Milan il club più importante al mondo”. Detto, fatto. Basta questo.

Se è giusto cambiare? Certo, che sì. Restano dei dubbi sull’affidabilità di Mr Bee, si rischia di cadere nell’ovvietà, ma tutto sarà più chiaro tra massimo due mesi. Certamente il compito dell’uomo di Bangkok sarà molto più semplice. In attesa di un nuovo ‘giuramento’…

@PepLandi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *