Davide Terraneo
No Comments

Cesena-Atalanta 2-2: lo show di Pinilla condanna i romagnoli

Una rovesciata del cileno nel finale regala agli ospiti un punto preziosissimo che permette di restare a +8 a 5 match dalla fine. A segno Brienza e Carbonero

Cesena-Atalanta 2-2: lo show di Pinilla condanna i romagnoli
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Rovesciata di Pinilla, e Cesena-Atalanta finisce pari. Sulla grande giocata dell’attaccante cileno si sono spente quasi tutte le speranze di salvezza dei romagnoli, e contemporaneamente del Cagliari. Il vantaggio dei bergamaschi sulle due squadre a quota 24 è ormai di 8 punti. Troppo gap da colmare in sole 5 giornate. L’importanza del match si sentiva nelle gambe e nella testa dei giocatori, che nel primo tempo non si sono mai scoperti eccessivamente per evitare di prendere pericolose imbucate. E così solo Sportiello è costretto a salvare su Succi nella prima frazione, che corre via tra la tensione e le confortanti notizie da Verona. Nella ripresa si accende il match: Agliardi pasticcia e regala a Pinilla il pallone del facile vantaggio, un gol che suona da condanna per i romagnoli. La reazione immediata porta Brienza a procurarsi un calcio di rigore per fallo di Benalouane. Lo stesso centrocampista realizza dal dischetto e riaccende la fiammella per una possibile rimonta. Rimonta che si concretizza con la rete straordinaria di Carbonero, che trova la traettoria giusta da fuori area per beffare Consigli. A 8 minuti dalla fine però la rovesciata stellare di Pinilla, non nuovo a questi numeri, pareggia di nuovo i conti. Cesena-Atalanta si chiude sul 2-2 solo dopo che Rodriguez si divora una palla gol solo davanti a Sportiello e Bianchi pecca di egoismo in un clamoroso contropiede 2 contro 1 calciando fuori l’occasione di una salvezza a quel punto praticamente certa. Va comunque bene così per gli uomini di Reja, che sono certi di rimanere in Serie A con 7 punti nelle ultime 5 partite.

CESENA-ATALANTA 2-2: TABELLINO

FORMAZIONI

Cesena (4-3-1-2): Agliardi 4,5, Renzetti 6, Krajnc 6, Capelli 5,5, Perico 5; Cascione 6 (68′ Giorgi 6,5), Mudingayi 6, Carbonero 7 (80′ Volta 6); Brienza; Succi 5 (59′ Rodriguez 5,5), Defrel 5,5.   Allenatore: Di Carlo 5,5
Atalanta (4-4-1-1): Sportiello 6,5, Bellini 6,5, Masiello 6, Benalouane 5, Dramè 6,5; Zappacosta 5 (66′ D’Alessandro 6), Carmona 5,5, Cigarini 6 (79′ Migliaccio 6), Gomez 7 (75′ Bianchi 5); Moralez 7; Pinilla 8,5.   Allenatore: Reja 6,5
MARCATORI
49′ Pinilla, 56′ Brienza (rig.), 70′ Carbonero, 82′ Pinilla
AMMONITI
Perico, Mudingayi, Carbonero, Carmona, Pinilla.
CESENA-ATALANTA: TOP E FLOP
TOP
Pinilla 8,5: Inarrestabile. Torna dalla squalifica e decide con una rovesciata pazzesca la lotta salvezza, riuscendo ad agguantare un pareggio preziosissimo. Bravo a farsi trovare al posto giusto sul primo gol. Manca Denis, ci pensa lui. Ma perché gioca così poco?
Gomez 7 – Sulla sua fascia fa quello che vuole e riesce sempre a mettere in difficoltà i propri avversari. Il suo supporto all’attacco bergamasco è preziosissimo.
Carbonero 7 – Non sempre al centro del gioco per buona parte del match, ma la sua invenzione al 70′ poteva rivelarsi decisiva per gli uomini di Di Carlo. Estrae dal cilindro il coniglio che strappa gli applausi del Manuzzi. Peccato che non basti.
FLOP
Agliardi 4,5 – Disastroso sul primo gol, quando si lascia sfuggire un pallone apparentemente semplice. Un errore pesante che condiziona l’intero campionato del Cesena.
Benalouane 5 – Fallo ingenuo quello che procura il rigore trasformato da Brienza. Usa troppo spesso le cattive, e stavolta paga caro.
Bianchi 5 – Viene messo in campo nel finale per pareggiare i conti, finisce col fallire clamorosamente il colpo del ko. Un pizzico d’altruismo in più e l’Atalanta sarebbe uscita dal Manuzzi col bottino pieno.

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *