Connect with us

Basket

Playoff Nba: che Barba il Texas. Rockets avanti, ok Spurs

Pubblicato

|

Harden porta avanti Houston nei Playoff Nba.

Houston in semifinale di Conference, San Antonio a un passo. Questi i verdetti della notte Playoff Nba, che ha incoronato James Harden come eroe dei Rockets, avanti di un gradino nella Post Season per la seconda volta negli ultimi 18 anni. A farne le spese i Dallas Mavericks, alle prese con una difficile gestione dello spogliatoio (il Ko di Rondo continua a rimanere sospetto) e con una serata da dimenticare al tiro. Il Derby Texano incorona la città della Nasa, che adesso aspetta di giocare un’altra sfida intrastatale. Sì, perchè l’eterno Tim Duncan ha guidato al successo gli Spurs sui Clippers, firmando l’ennesima impresa di una carriera irripetibile. Ecco come sono andate le sfide.

Duncan e Griffin, entrambi decisivi nella notte di Playoff Nba

Duncan e Griffin, entrambi decisivi nella notte di Playoff Nba

6 ANNI SONO LUNGHI – Era dal 2009 che Houston non passava un turno ai Playoff. Dallas è spalle al muro, ma non riesce a produrre la partita della vita. Howard e Harden giganteggiano, mentre Josh Smith è un rincalzo di qualità dalla panchina. Così, fin dal primo quarto, sono i Rockets a prendere il largo e scappare. I Mavs si aggrappano al Totem Nowitzki e a Monta Ellis, ma faticano a prendere ritmo in attacco, rimanendo quindi staccati dagli avversari, anche se non travolti. Il +6 Houston dell’intervallo lascia presagire una ripresa di fuoco, che però segue lo stesso canovaccio del primo tempo. Strappi Rockets ricuciti a fatica dai Mavs, con il tedesco a farsi in 4 per tenere a galla i suoi. Inutilmente, perchè Terrence Jones e un Harden stratosferico regalano il 103-04 finale a coach Mc Hale.

Houston: Harden 28 , Smith 20, Howard 18, Jones 15. Rimbalzi: Howard 19, Ariza 11. Assist: Harden 8.
Dallas: Ellis 25, Nowitzki 22. Rimbalzi: Nowitzki 14. Assist: Barea 9.

39 ANNI SONO NIENTE – Immenso, unico, fantastico. Gli aggettivi per Tim Duncan si sprecano, e tutti sono azzeccati. Appuntamento a giovedì, in casa, per il primo match point, guadagnato al termine di una battaglia allo Staples Center. Il caraibico tiene a bada Griffin, mentre Ginobili comanda le operazioni delle seconde linee, a conti fatti ciò che ha fatto la differenza con i californiani (48-17 dalla panchina). Jordan è dominante a rimbalzo, ma l’Hack comandato da coach Pop lo porta fuori dal match. Partita lunghissima ed equilibrata, con strappi da ambo i lati cuciti immediatamente dagli avversari. Popovich trova finalmente Diaw nella serie, mentre Duncan stoppa clamorosamente Griffin a un minuto dalla fine. Titoli di coda per la serata Clips, conditi da un’ingenuità di Jordan, che tocca un pallone di Griffin annullando il canestro. San Antonio ci crede, finisce 111-107, se ne riparla giovedì.

L.A. Clippers: Griffin 30, Jordan 21, Paul 19. Rimbalzi: Griffin e Jordan 14. Assist: Paul 10.
San Antonio: Duncan 21, Leonard 18, Ginobili 14. Rimbalzi: Duncan 11. Assist: Ginobili 6.

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending