Gianpiero Farina
No Comments

Verso Lazio-Parma: conferenze e probabili formazioni

Domani alle 20,45 all'Olimpico si sfidano biancocelesti e gialloblù

Verso Lazio-Parma: conferenze e probabili formazioni
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Lazio-Parma è la sfida tra chi sogna la Champions League e chi oramai gioca solo per l’orgoglio e la dignità. I gialloblù stanno onorando il campionato e il successo sul Palermo e là che lo dimostra. E domani proveranno lo scherzetto ai biancocelesti in piena lotta per l’Europa che conta.

QUI LAZIO – La corsa non deve fermarsi sul più bello: è questo il diktat in casa laziale. Pioli esprime il suo pensiero sul pareggio di domenica con il Chievo: “Non sono affatto cambiate le nostre certezze. Abbiamo fatto una buona prestazione ma non siamo riusciti a chiuderla”. Il tecnico dei capitolini non vuole guardare né la classifica né il calendario ma soltanto pensare alla sua squadra: “Facciamo la corsa su noi stessi. Ci prepariamo bene qui a FormelloL’unica partita in cui abbiamo creato poco è stata quella con la Juve ma per merito loro. La partita si è messa subito in salita e si sono chiusi bene. L’importante è creare. Abbiamo dimostrato anche domenica il nostro gioco propositivo. Portiamo tanti uomini nell’area avversaria. Con l’Empoli abbiamo creato meno ma siamo stati cinici. Col Chievo siamo stati poco precisi e abbiamo trovato un grande portiere”. La Lazio già altre volte si è vista sfuggire l’obiettivo Champions proprio all’ultimo ma l’ex allenatore del Bologna non teme ripercussioni del passato: “Non ci interessa quello che è successo negli anni passati. Il 31 maggio tireremo le somme”. Infine due parole sugli avversari “Ci tengo a ribadire tutta la mia stima a Donadoni e al suo staff. Stanno facendo bene e il Parma non merita l’ultima posizione. Da parmense, mi dispiace per la loro situazione. E’ una squadra che mi sta a cuore e spero possa finire tutto nel miglior modo possibile”. Difficile ipotizzare una formazione. Le uniche certezze sono l’indisponibilità di De Vrij, Gentiletti, Cana, Biglia e dello squalificato Onazi. Cataldi torna dalla squalifica. Mauri, Parolo, Klose e Djordjevic, assente da Lazio-Milan, sono tra i convocati ma solo domani, nella rifinitura mattutina pre Lazio-Parma, saranno sciolti gli ultimi dubbi.

Donadoni ha parlato alla vigilia di Lazio-Parma.

Donadoni ha parlato alla vigilia di Lazio-Parma

QUI PARMA – I ducali giocano senza patemi essendo già condannati alla retrocessione e forse anche a qualcosa di peggio. Donadoni però pensa solo al  campo: “Pensiamo alla partita con la Lazio. Su altre scadenze io non posso determinare nulla”. Mancheranno giocatori importanti ma il mister lombardo non cerca scuse: “Nonostante le assenze proveremo a mettere in campo una formazione adeguata. Costa e Feddal? Sono diventati molto importanti nell’ultimo periodo dandoci molte garanzie”. La difesa è divenuto un punto forza: “Il reparto arretrato è andato molto bene nelle ultime gare e questo è molto significativo per chi ha giocato meno”. Infine un pensiero su Lila e Belfodil: “Lila ha uno spirito combattivo al di sopra della media e deve correggere questo suo difetto. Belfodil deve migliorare nello smarcamento e nei movimenti senza palla”. Come detto, Donadoni per Lazio-Parma deve rinunciare agli squalificati Costa e Feddal oltre agli infortunati Galloppa e Prestia. Il modulo dovrebbe essere il solito 3-5-2 con Mendes, Lucarelli e Cassani davanti a Mirante. Varela, Lila,Mauri, Nocerino e Gobbi dovrebbe essere i cinque a centrocampo con Belfodil e Coda in attacco.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *