Matteo Masum
No Comments

Graziano Pellè, l’eroe dei due mondi: in doppia cifra come altri grandi

Grazie alla doppietta rifilata al Tottenham, il bomber sel Southampton raggiunge altri grandi calciatori italiani che hanno incantato in Inghilterra

Graziano Pellè, l’eroe dei due mondi: in doppia cifra come altri grandi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Minuto 29 del match tra Southampton e Tottenham. Graziano Pellè trafigge Lloris e raggiunge quota 10 gol in campionato. Nella ripresa arriverà anche l’undicesimo centro, a certificare una stagione vissuta da protagonista. Pellè è il settimo italiano a raggiungere il traguardo della doppia cifra nella classifica marcatori. Una bella soddisfazione, per uno che fino allo scorso anno era considerato buono solo per la periferia d’Europa, trovarsi accanto ad altri mostri sacri del calcio italiano che hanno incantato in Inghilterra.

PENNA BIANCA E I SUOI FRATELLI – Il primo fu Fabrizio Ravanelli, che con il Middlesbrough nella stagione 1996-97 andò a segno per 16 volte. Come lui solo Paolo Di Canio, autore di 16 gol nella stagione 1999-00 con il West Ham (l’ex Lazio, Napoli, Milan e Juve aveva già raggiunto la doppia cifra con lo Sheffield Wednesday nel 1997-98). Gianfranco Zola, con la maglia di Chelsea, arrivò a 13 reti nel 1999 e a 14 nel 2003. Nell’olimpo, anche Francesco Baiano (12 gol col Derby County nel 1997-98) e Mario Balotelli (13 timbri quando vestiva la maglia del Manchester City, stagione 2011-12).

LA RIVINCITA DI GRAZIANO – Come detto, c’era molto scetticismo circa le possibilità di Pellè di fare bene in un campionato di altissimo livello come la Premier. Il bomber salentino ha invece dimostrato di essere un grande attaccante, capace non solo di segnare, ma anche di giocare per la squadra. Non va nemmeno dimenticato che quest’anno Pellè ha centrato diversi legni, che avrebbero potuto arricchire ancor di più il suo già importante bottino. Ora l’obiettivo è terminare al meglio la stagione, magari segnando qualche altro gol, per guidare il suo Southampton verso la qualificazione all’Europa League.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *