Connect with us

Focus

Champions, settimana decisiva

Pubblicato

|

Champions corsa a tre.

Tutto di nuovo riaperto. Il pareggio della Lazio, la sconfitta della Roma e la vittoria del Napoli fanno capire che per i due posti Champions sarà lotta a tre. E questa potrebbe essere una settimana decisiva.

TUTTO IN POCHI GIORNI – Difficile dire chi sia favorito. Certo i partenopei in questo momento sembrano più in palla rispetto ad i giallorossi oramai allo sbando e ai biancocelesti falcidiati dagli infortuni. Ma la squadra di Benitez ci ha abituati ad avere molti alti e bassi e quindi nessuna certezza. L’unica cosa certa è che le due giornate in programma questa settimana potrebbero darci qualche risposta e risultare decisive. Tutto in pochi giorni con pochissimi margini di errore. La Lazio, essendo avanti, rimane artefice del suo destino ma le assenze hanno pesato ieri e peseranno ancora. Parma in casa e Atalanta in trasferta sulla carta sembrano alla portata ma l’orgoglio dei ducali e la non certezza di salvarsi degli orobici non fanno dormire sonni tranquilli a Pioli che si trova senza uomini chiave come Biglia, Parolo, De Vrij e Mauri proprio nel momento più importante della corsa Champions. La Roma ormai è alla ricerca di sé stessa. Più che degli avversari, Garcia deve preoccuparsi della parabola discendente della sua squadra. Il match con il Sassuolo di mercoledì sembra tutto fuorché una trasferta impossibile visto che ormai gli uomini di Di Francesco sembrano aver staccato la spina mentre qualche problema in più potrebbe creare la sfida con un Genoa in piena lotta per un posto in Europa League. Empoli e Milan: sono queste le avversarie del Napoli di questa settimana che potremmo definire da Champions. Due squadre che hanno poco e niente da chiedere. I toscani davanti al proprio pubblico venderanno comunque cara la pelle; i rossoneri sono praticamente alla deriva soprattutto dopo la spaccatura tra Inzaghi e lo spogliatoio. E occhio alla testa dei partenopei che potrebbe andare alla semifinale di Europa League. Tutto aperto comunque ma la sensazione è che tra sette giorni qualche dubbio sarà sciolto.

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending