Connect with us

Milan

Mercato Milan, idea pazzesca per la trequarti: Kakà e Robben

Pubblicato

|

Mourinho mette alla porta Kakà

MILANO, 24 LUGLIO – Mentre il Milan è partito per la tournée di amichevoli che lo vedrà impegnato nei prossimi giorni in Germania, qui in Italia ci sembra di rivivere la parabola del figliol prodigo. Ebbene sì, il trequartista (“smoking bianco” come lo chiamerebbe Carlo Pellegatti) Kakà potrebbe ritornare a San Siro, il tempio calcistico, nel quale ha visto la sua consacrazione fino al successo, che ha raggiunto l’apogeo con la conquista del Pallone d’oro 2007.

RICKY VIA DA MADRID, MESSO ALLA PORTA DA MOU – Il brasiliano è stato messo ai margini della rosa da Mourinho, che l’ha vivamente consigliato di fare le valigie e di cercare un’altra squadra, perché nel Real Madrid “sei una riserva”, ed inoltre non è stato nemmeno considerato per l’amichevole contro l’Oviedo. Ormai la sua esperienza madrilena è al crepuscolo, forse anche per un amore mai sbocciato con la corazzata delle “Merengues” e per una serie di infortuni che ha falcidiato questi ultimi anni della sua carriera. Sono ancora da definire i dettagli dell’eventuale trasferimento, cessione o prestito con diritto di riscatto o gratuito, non dimenticando che Kakà ha un contratto che lo lega al Real fino a giugno 2015 e un’ingaggio (10 milioni a stagione), che, considerata la fiscalità agevolata vigente tuttora in Spagna, sarebbe insostenibile per un Milan, che ha intrapreso una cura economica “lacrime e sangue”. Un’operazione che sarebbe sensazionale dal punto di vista mediatico, condotta senza dubbio dalla dirigenza rossonera per ricreare quella sintonia con i tifosi, affievolitasi nelle ultime settimane, dopo le tensioni sulla questione del risarcimento degli abbonamenti richiesta dai tifosi, angosciati per la campagna acquisti fin qui condotta. Un’operazione che, d’altro canto, non corrisponde alla nuova politica milanista, incentrata sul risparmio e soprattutto sulla valorizzazione di giovani talenti, piuttosto che sull’ingaggio di giocatori già affermati.

Arjen Robben, stella del Bayern Monaco

IL SOGNO SI CHIAMA ROBBEN, RUMORS FRANCESE – Nel frattempo, il patron Berlusconi, dalle pagine de La Gazzetta dello Sport, rassicura: “Il Milan resterà in alto”, promettendo l’arrivo delle tre pedine mancanti richieste a gran voce da Allegri. E una di queste tre pedine potrebbe essere, incredibilmente, Arjen Robben. Un’ipotesi che formulata poche settimane fa sarebbe stata bollata come pura fantascienza, adesso potrebbe trasformarsi in realtà. Anche per l’ala destra olandese, vicecampione del mondo, c’è il nodo del contratto, rinnovato di recente con i bavaresi, sino al giugno 2015. Robben è un giocatore dal punto di vista tecnico differente da Kakà, rispetto al quale gioca in una posizione più defilata sulla fascia per poi inserirsi verso il centro con delle incursioni e tiri dalla distanza letali (per esperienza diretta chiedere alla Fiorentina) e perciò non può essere considerato un’alternativa al brasiliano. Da via Turati sono pronti a spedire un’offerta da 20 milioni di euro: vedremo quale sarà la risposta del Bayern. Rimane comunque tutta da verificare la compatibilità dell’olandese con gli schemi tattici di Allegri.

a cura di Alessandro Zuglian

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending