Connect with us

Focus

Palermo, la Top 5 delle cessioni di Zamparini

Pubblicato

|

Maurizio Zamparini

Maurizio Zamparini, presidente del Palermo

In circa dieci anni di presidenza Maurizio Zamparini è finora stato capace di portare a Palermo tantissimi giocatori, più o meno conosciuti. Alcuni di loro si sono in seguito rivelati grandi colpi di mercato, altri hanno brillato meno ed altri ancora probabilmente nemmeno il più accanito dei tifosi ricorda la sua esistenza. Sta di fatto che il tanto amato/odiato presidente è sempre riuscito a mantenere le casse societarie con il segno positivo acquistando giocatori con poco (soprattutto quelli provenienti dal SudAmerica) e rivedendoli dopo qualche anno a prezzi stellari. La lista dei nomi è abbastanza lunga, oggi ci limiteremo ad indicarne cinque, tenendo conto in particolare della differenza tra prezzo di acquisto e cessione.

JAVIER PASTORE (2011) – L’affare più redditizio portato al termine dall’imprenditore veneto riguarda il calciatore argentino, acquistato dall’Huracan nel 2009 per una cifra che si aggirava intorno ai 6 milioni di Euro e poi venduto due anni dopo al Paris Saint German per 42 milioni, operazione che quindi ha fruttato circa trentasei milioni di Euro alle casse dei rosanero. Con la maglia del Palermo Pastore ha collezionato 69 presenze e realizzato 14 reti, la maggior parte durante la seconda stagione, quella in cui il suo valore di mercato è salito alle stelle grazie alle grandi giocate e alla classe dimostrata in campo. Pastore, tra i tanti ricordi positivi che ha lasciato a Palermo, c’è anche quella di essere stato il secondo straniero ad aver realizzato una tripletta, nel successo per 4-1 contro il Catania del novembre 2010.

AMAURI (2008) – Il brasiliano naturalizzato italiano è arrivato a Palermo nell’ultimo giorno di mercato del 2006, acquistato dal Chievo per quasi 9 milioni. Durante la prima parte di stagione, grazie anche alla sua presenza, i rosanero collezionano diverse vittorie arrivando anche al primo posto in classifica e stabilendosi poi al quarto. Poco prima di Natale, il 23 dicembre, l’attaccante in seguito ad uno scontro di gioco con il portiere del Siena Manninger si infortuna seriamente al ginocchio e perderà il resto della stagione. L’anno dopo è autore di una buona stagione così da essere adocchiato dalla Juventus, club nel quale verrà ceduto per la cifra di 22,8 milioni.

ANDREA BARZAGLI (2008) – Altro grande affare targato Zamparini riguarda stavolta un difensore campione del Mondo, attuale leader della difesa juventina la cui presenza ha fruttato finora ben tre scudetti (quasi quattro). Era il lontano 2004 quando un giovane Barzagli lasciò il Chievo e si trasferì per 1,5 milioni al Palermo, squadra con cui disputò quattro grandi stagioni diventando capitano e leader di un gruppo davvero strabiliante che, ricordiamo, giocò più volte in Coppa Uefa e sfiorò la Champions. Con i rosanero il difensore toscano disputò 142 gare segnando anche tre reti. Nell’estate del 2008 Zamparini lo cedette al Wolfsburg (squadra con cui vincerà la Bundesliga) per la cifra di 14 milioni, non poco per un difensore di una squadra di provincia.

Edinson Cavani con la maglia del Palermo

Edinson Cavani con la maglia del Palermo

EDINSON CAVANI (2010) – Ritorniamo a parlare di fase offensiva e non possiamo non citare un altro fuoriclasse che è stato portato dal presidente in Sicilia per soli 5 milioni pescandolo dal campionato uruguaiano, precisamente dal Danubio nel gennaio del 2007: parliamo di Cavani, attaccante di indiscusso valore autore di tre stagioni e mezzo con la maglia rosanero condite da 109 presenze e 34 reti. Di lui si ricorda il gran gol realizzato all’esordio contro la Fiorentina ma anche tante altre reti pesanti, l’ottima intesa con Miccoli ha favorito il suo inserimento negli schemi di gioco rosanero dove ha vissuto una bella esperienza. Nel luglio del 2011 De Laurentiis annuncia l’acquisto ufficiale della punta uruguaiana per la cifra di 17 milioni (prestito oneroso a 5 milioni più 12 per l’obbligo di riscatto). Nel Napoli Edinson esploderà definitivamente tanto da segnare molte più reti ed essere rivenduto due anni fa a cifre astronomiche.

ABEL HERNANDEZ (2014) – Anche lui attaccante uruguaiano, che ha giocato in coppia con il già citato Cavani, è arrivato a Palermo durante il mercato di gennaio del 2009, i rosanero lo hanno acquistato per la cifra di 3,8 milioni dal Peñarol. Durante quella stagione avviene il debutto in Serie A ma, data la giovane età, viene inserito stabilmente nella formazione Primavera con cui riesce a vincere il Campionato segnando tra l’altro la rete decisiva. Piano piano comincia a ritagliarsi il suo spazio anche in prima squadra fin quando diventa titolare, è stato protagonista anche l’anno scorso nella risalita del Palermo dalla B alla A. Ha chiuso la sua avventura in Sicilia realizzando 31 reti in 111 gare. Dall’inizio di questa stagione è andato a giocare in Inghilterra con l’Hull City, gli inglesi lo hanno pagato 12 milioni, tre volte il costo sostenuto cinque anni fa da Zamparini che ancora una volta ha fatto un affare.

Evitando di cadere nella banalità di chiedervi chi sarà il prossimo ad essere ceduto, non ci resta che attendere l’estate per scoprire con quale cifra Zamparini farà partire la Joya.

Roberto Cusimano

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending