Connect with us

Buzz

5 motivi per cui la Juventus può vincere la Champions

Pubblicato

|

Allegri, tecnico della Juventus, che punta alla CHampions

E’ il giorno della verità. La Juventus farà visita al Monaco, questa sera, e si giocherà il proprio futuro europeo. Si parte dall’1-0 dell’andata, firmato Vidal, che pone i bianconeri in leggero vantaggio sui francesi. Allegri, presumibilmente, punterà sul 4-3-1-2 o in alternativa sul 3-5-2 e si affiderà alla miglior formazione possibile, con Tevez-Morata in attacco e con Pirlo, Vidal e Marchisio in mediana. Ma, tralasciando per un attimo la sfida di stasera in Francia, noi di SportCafe24.com ci siamo chiesti quante possibilità abbia la Juve di arrivare fino in fondo a questa Champions League e vincerla e per quali motivi. Ne è venuta fuori una lista di 5 buone ragioni per cui la Juventus, quest’anno, può riuscire nella titanica impresa di alzare la Coppa con le Orecchie:

1) MENTALITA’ EUROPEA: sì, perché in casa bianconera rappresenta una novità assoluta. In generale nella storia juventina, ma finanche nell’era Conte, la Juve ha fatto fatica ad acquisire quel modo di pensare che in Champions è di fondamentale importanza. Una crescita che passa attraverso la serenità e la competenza di Allegri, le nuove scelte tattiche, l’esperienza maturata negli anni precedenti e la maggiore caratura dei nuovi arrivi (Evra e Morata, per esempio, sono giocatori che la Champions l’hanno addirittura vinta).

2) FORTUNA: è una componente imprescindibile. E la Juventus, quest’anno, ha dimostrato di averne tanta: i sorteggi con Borussia e Monaco (avversarie temibili ma tutt’altro che insormontabili) ne sono una chiara dimostrazione. E la gara dell’andata contro il Monaco ha attestato che la dea bendata è con Buffon e compagni, quando il fallo di Carvalho avvenuto leggermente fuori area è stato trasformato in rigore.

Il gol di Tevez alla Lazio che, di fatto, ha chiuso il campionato

Il gol di Tevez alla Lazio che, di fatto, ha chiuso il campionato

3) CAMPIONATO ARCHIVIATO: già, la Serie A può passare al secondo o addirittura terzo posto nella scala bianconera, semplicemente perché lo Scudetto è già cucito sul petto. A conti fatti la Juve a +15 è praticamente irraggiungibile e nelle prossime due giornate potrebbe già arrivare l’aritmetica vittoria. Stesso discorso per la Coppa Italia: finale raggiunta con una prestazione di forza pura contro la Viola, e per quanto possa contare la stella d’argento, la Tim Cup non è paragonabile all’Europa. E allora energie, concentrazioni e sforzi confluiranno tutte sulla Champions.

4) ZERO PRESSIONI: proprio così. Anche se parliamo della Juventus, di una squadra obbligata a vincere, i favori del pronostico possono dare una grossa mano all’undici di Allegri. Perché le altre si chiamano Barcellona, Bayern e Real. E allora la Juventus rappresenta la cenerentola della competizione, la squadra che non è costretta a vincere ma che bensì punta solo a fare bene. Il passaggio in semifinale è un  dovere, ma da lì in poi sarà tutto lecito. E la Juve non avrà nulla da perdere.

5) VUOI VEDERE CHE… : nel 2006 a Berlino la Nazionale italiana alzava al cielo la Coppa del Mondo, con parecchi giocatori all’apice della propria carriera: Buffon, Cannavaro, Materazzi, Del Piero, Pirlo, Totti, Toni, Inzaghi. Ebbene, questa Juve ha parecchie analogie con quell’Italia, a partire dai giocatori all’apice che nei prossimi anni potrebbero abbandonare (Tevez, Pirlo, Evra, Buffon), per passare al luogo della Finale: Berlino. Insomma, la storia potrebbe ripetersi. Vuoi vedere che succede sul serio?

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending