Davide Terraneo
No Comments

Pareggio di rigore: Sassuolo-Torino 1-1

I penalty di Berardi a fine primo tempo e Quagliarella a inizio ripresa disegnano un punteggio che rallenta la rincorsa granata all'Europa League

Pareggio di rigore: Sassuolo-Torino 1-1
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Finisce con un 1-1 avaro di emozioni Sassuolo-Torino, lunch match della trentunesima giornata di Serie A. I granata non riescono a sfruttare l’occasione di avvicinare la Sampdoria, rallentata dal pareggio interno contro il Cesena di ieri sera. E pensare che l’incontro era iniziato con un atteggiamento offensivo da parte dei granata, che fin dai primi minuti avevano cercato di mettere pressione alla retroguardia del Sassuolo. Solo un Consigli strepitoso su Benassi e un Martinez impreciso sotto porta avevano permesso alla retroguardia neroverde di salvarsi. Poi uno squillo di Zaza ha risvegliato i padroni di casa, che hanno chiuso il primo tempo in crescendo, fino a trovare il penalty nel primo minuto di recupero per fallo di Glik su Floro Flores. Dal dischetto Berardi non fallisce spiazzando Padelli e siglando la sua decima rete in campionato. Nella ripresa passano pochi minuti e la storia si ripete a ruoli invertiti: Floro Flores atterra Glik in area sugli sviluppi di un corner e gli ospiti possono usufruire di un calcio di rigore. Palla a destra, portiere a sinistra: cambiano gli interpreti, ma non la sostanza, con Consigli che battezza il lato sbagliato e Quagliarella che segna per la seconda volta in questa stagione dagli undici metri. Proprio quando ci si aspetta che il Torino alzi il ritmo per portare a casa l’intera posta il match perde d’intensità, e le due squadre affrontano con cautela l’ultima mezz’ora. Il volo di Consigli sul velenoso diagonale di Maxi Lopez e la deviazione dell’estremo difensore sul tiro ravvicinato di Quagliarella sono gli unici due brividi per gli emiliani, che riescono comunque a portare a casa un punto che li porta a quota 36. Delusione per i piemontesi, che falliscono l’opportunità di portarsi a quattro punti dal quinto posto e vedranno il derby di stasera consapevoli di dover cedere il passo alla milanese vincente.

SASSUOLO-TORINO: TABELLINO E PAGELLE

Sassuolo (3-4-3): Consigli 7,5, Peluso 5,5, Cannavaro 6,5, Acerbi 6; Longhi 5,5, Taider 5 (62′ Biondini 6), Brighi 6, Lazarevic 6; Floro Flores 5,5 (71′ Sansone 6), Zaza 5, Berardi 6,5 (81′ Floccari s.v.).   Allenatore: Di Francesco 6

Torino (3-5-2): Padelli 6, Bovo 6,5, Glik 6, Moretti 6; Darmian 6, Benassi 7 (70′ Basha 5,5), Vives 6, Farnerud 6, Molinaro 5,5 (54′ B. Peres 6); Martinez 5 (54′ M. Lopez 6,5), Quagliarella 6,5.   Allenatore: Ventura 5,5

AMMONITI:

Berardi, Acerbi, Vives, Farnerud, Basha.

MARCATORI:

46′ pt. Berardi (rig.), 59′ Quagliarella (rig.)

SASSUOLO-TORINO: TOP E FLOP

TOP

Consigli 7,5 – Se il Sassuolo è riuscito a portare a casa un punto prezioso oggi, buona parte del merito è suo. Nel primo tempo chiude lo specchio a Benassi e Martinez, nella ripresa si supera su Maxi Lopez e si oppone a Quagliarella. Capitola soltanto quando il bomber granata lo spiazza dal dischetto. Strepitoso.

Benassi 7 – Il più vivo del centrocampo granata: mette più volte in difficoltà Taider ed è l’anima dell’azione degli uomini di Ventura. Nel primo tempo sfiora un gol pesantissimo, poi lavora per la squadra. Esce stremato e con qualche problema muscolare. Sarà preziosissimo nel derby. Promessa.

Berardi 6,5 – La sua partita è vivace ma a volte troppo nervosa. Si becca un giallo evitabile, poi trasforma il calcio di rigore e riesce a fare reparto quasi da solo. Ogni contropiede passa da lui, ma chi lo affianca non è proprio in giornata. Di Francesco lo toglie quando capisce che rischia il secondo giallo. Nervoso ma efficace.

FLOP

Taider 5 – Benassi è in gran giornata e lui ci capisce poco o nulla. L’italiano lo annulla e lui va in palla, facendosi sovrastare in quasi tutte le occasioni. Se il Sassuolo fatica nel primo tempo è anche colpa sua. Viene sostituito da Di Francesco per arginare l’avanzata dei granata. Giornata no.

Martinez 5 – L’attaccante granata spreca due ottime opportunità nel primo tempo, quando sullo 0-0 una rete avrebbe potuto cambiare nettamente gli equilibri dell’incontro. Poi perde fiducia in se stesso e Ventura decide di rimpiazzarlo per Maxi Lopez, decisamente più in giornata ma meno aiutato dai compagni. Sprecone.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *