Kevin Brunetti
No Comments

Playoff Nba: Rose suona la carica, questi Bulls sono da titolo?

Gara 1 di questi Playoff Nba ci spinge verso una conclusione: se questo è il Rose che ci aspetta, questi Bulls hanno le carte il regola per vincere l'anello

Playoff Nba: Rose suona la carica, questi Bulls sono da titolo?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Derrick Rose l’aveva detto nei giorni scorsi: “Non gioco una partita nei Playoff Nba da una vita, per me in questa serie non c’è pressione”. E se questo è il D-Rose che scende in campo quando non ha pressione addosso… Purtroppo per Milwaukee, possiamo aspettarci meraviglie da questi Bulls. Il backcourt Rose-Butler visto ieri notte è con tutta probabilità tra i top tre della lega, il frontcourt Gasol-Noah è probabilmente tra i primi due, e allora perchè non sognare? Se i Bulls acquistano consapevolezza di ciò, per Coach Kidd e i suoi ragazzi, questa serie si fa durissima.

Jimmy Butler, in grande spolvero per cominciare al meglio questi Playoff Nba

Jimmy Butler, in grande spolvero per cominciare al meglio questi Playoff Nba

BUCKS, DUE QUARTI PERFETTI – Questi Milwaukee Bucks sono la più giovane squadra del tabellone Playoff (età media 25 anni, Pachulia unico over 30), di conseguenza hanno davanti a loro un futuro strepitoso, ma per quello che riguarda il presente… La serie con questi Bulls sembrava troppo ostica per loro. I primi due quarti però hanno raccontato un’altra storia. La partenza dei ragazzi di Kidd è stata infatti ottima, e il piano difensivo si è dimostrato fondamentale finchè è durato: lavorare in pressione sul portatore per far perdere palla ai Bulls, e le 19 palle perse di Chicago a fine partita ne dimostrano l’efficacia. Bucks quindi totalmente in partita, sotto a fine primo quarto solo per la bomba alla sirena di Aaron Brooks che è valsa il 30-29 per Chicago. Bomba che ha restituito fiducia a Butler e compagni che nel secondo quarto si sono portati sul +8 approfittando di un Rose che ha scaldato l’arena con sprazzi del giocatore che si portò a casa il premio di MVP.

ROSE LA METTE IN DISCESA – Il terzo quarto però ha visto i Bucks rallentare e i Bulls approfittarne con il proprio fuoriclasse. Quattro triple da lontanissimo di Rose nei primi 6′ e Bulls sul +11. Da qui in poi a Chicago è bastata la propria difesa per portare a casa Gara 1. I giovani di Milwaukee non hanno mai portato lo svantaggio a meno di 11 punti, fallendo più di una chance di rientrare in partita negli ultimi 4′ di terzo quarto. Sottotono anche Antetokounmpo che come previsto ha pagato la pressione e un ottimo Taj Gibson che ha giocator un terzo quarto perfetto. Bene invece gli esperti Noah e Gasol che hanno dominato il pitturato per tutta la gara. 103-91 Bulls, ci rivediamo a Gara 2.

TABELLINO:

CHICAGO: Butler 25, Rose 23, Brooks 13 Rimbalzi: Gasol 13, Noah 11, Gibson 11 Assist: Rose 7, Butler 6

MILWAUKEE: Middleton 18, Ilyasova 15, Henson 12, Antetokounmpo 12, Bayless 11 Rimbalzi: Pachulia 10 Assist: Bayless 5

LE PAGELLE – Tra i Bulls spiccano le serate strepitose di Rose (8) e Butler (8), per entrambi ottime percentuali al tiro e numeri importanti anche nella colonna degli assist ai compagni. Bene anche Gasol (6) e Noah (6,5) con il primo che paga la brutta serata al tiro, seppur dominando al rimbalzo. Infine sufficienza anche per Dunleavy (6,5) che lavora su tutti i fronti con 9 punti, 4 rimbalzi e 5 assist. Tra i Bucks i migliori sono Middleton (6,5) e Ilyasova (6) che portano punti chiave in momenti importanti della gara. Sotto le aspettative Antetokounmpo (5,5) che dopo un buon primo tempo cala nel terzo e quarto quarto. Male infine Carter-Williams (5), inspiegabile come un play con percentuali così basse al tiro possa prendersi tutti quei tiri in uscita dai blocchi.. Il risultato è ovviamente una serata al tiro da meno del 30%.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *