Connect with us

Football

Inter, Sneijder innamorato pazzo di Strama

Pubblicato

|

MILANO, 24 LUGLIO – C’era una volta un giocatore svogliato che non aveva più voglia di indossare la casacca nerazzurra, che aveva mal di pancia come Ibra e che faceva delle prestazioni mediocri. Quel giocatore era Wesley Sneijder. Si esatto, era quel giocatore che ora ha una voglia matta di riprendere a calcare il prato verde di San Siro (tant’è che si è allenato anche in vacanza, ndr), vestire ancora il nerazzurro che tante soddisfazioni gli ha regalato con quel Triplete di cui fu protagonista e continuare a regalare emozioni. Vi chiederete come mai è successo tutto ciò. La risposta è semplice, e corrisponde al nome del tecnico della Beneamata: Andrea Stramaccioni. Infatti Wes è calcisticamente innamorato del tecnico romano tale da sposare in pieno il suo progetto (salvo cessione improvvisa da parte della società dovuta ad offerta irrinunciabile, ndr). Ecco le parole dell’olandese a soccernews: “Dopo Mourinho è sicuramente lui il migliore. E non lo dico perché è l’attuale allenatore, ma per il tipo di gioco che propone e perché porta entusiasmo.” E sulla sua permanenza all’Inter dice: “Credo che resterò all’Inter, anche perché mi trovo benissimo. Ci saranno rinforzi di mercato e c’è un allenatore very good, molto bravo“.

DOVE GIOCA WES? – Ora c’è da collocare Wes nello schema tattico di Strama: il suo ruolo ideale sarebbe dietro una punta nel 4-2-3-1 al centro dei tre, oppure dietro due punte nel 4-3-1-2, infatti in entrambi gli schemi avrebbe libertà di muoversi e creare superiorità numerica e di conseguenza essere pericoloso per gli avversari. Difficile un suo impiego in un 4–3–3, dove dovrebbe occupare la corsia laterale nel tridente, o in un 4-4–2, dove comunque potrebbe giocare come seconda punta oppure come esterno a sinistra nei quattro di centrocampo: in entrambi i casi però sarebbe più legato alla posizione e difficilmente potrebbe spaziare. Stramaccioni però sta plasmando, da quello che abbiamo visto finora, un’Inter pronta a sopportare tutti i moduli, a cambiare in corsa, ad adattarsi all’avversario ma anche in grado di imporre il proprio gioco. Sneijder sarà una pedina fondamentale, da lui ci si aspetta la palla decisiva per Milito o per altri giocatori che potrebbero sostituirlo. Una cosa è certa: Wes è carico, sposa il progetto, è entusiasta del suo allenatore, quindi sarà disposto a giocare in qualsiasi ruolo pur di essere utile alla causa nerazzurra. Questo fa ben sperare i tifosi interisti, la società ed il suo allenatore per una stagione da protagonista..

Massimiliano di Cesare

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending