Gianpiero Farina
No Comments

Verso Juventus-Lazio: conferenze e probabili formazioni

Vigilia della supersfida al vertice tra bianconeri e biancocelesti

Verso Juventus-Lazio: conferenze e probabili formazioni
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Juventus-Lazio sarà sfida al vertice. Sarà prima contro seconda. E probabilmente, a questo punto del campionato, nessuno se lo sarebbe aspettato. I bianconeri si rituffano in campionato dopo la vittoria con il Monaco e se la dovranno vedere con i biancocelesti, reduci da ben otto vittorie consecutive.

Allegri ha parlato alla vigilia di Juventus-Lazio.

Allegri ha parlato alla vigilia di Juventus-Lazio.

QUI JUVENTUS – Massimiliano Allegri non ha dubbi e definisce quella di domani una gara scudetto: “Quella contro la Lazio sarà una partita scudetto. Da qui sino alla gara contro la Sampdoria si deciderà la stagione”. Similitudini tra il tecnico bianconero e Stefano Pioli in quanto entrambi erano partiti tra lo scetticismo generale ma, con il lavoro e risultati, hanno ormai convinto tutti: “Per me non è assolutamente una rivincita perché credo di aver ottenuto qualche risultato già in passato”. La testa non sarà altrove ma si penserà solo a Juventus-Lazio: “Ho tutti i giocatori a disposizione e potrò fare le scelte migliori. Non farò nessun calcolo per quel che riguarda i diffidati. Pensiamo solo alla partita di domani che è quella più importante”. Infine parole di elogio per gli avversari: “Stanno facendo un’annata straordinaria. Nessuno poteva immaginarlo all’inizio”. Come detto da Allegri, in campo scenderanno i migliori. 3-5-2 il modulo con, davanti a Buffon, Barzagli, Bonucci e Chiellini. A centrocampo possibile l’impiego di Sturaro accanto a Pirlo e Vidal con Lichsteiner e Padoin sulle fasce. In attacco Morata favorito come partner di Tevez.

QUI LAZIO – Pioli non vuole sentir parlare di sfida scudetto ma allo stesso non firma per il pari: “Non credo che la gara di domani possa riaprire il campionato. La Juventus ha un vantaggio tale per cui qualsiasi risultato non cambierebbe la situazione legata al primo posto. Ma non firmo per il pareggio perché non fa parte della nostra mentalità. Spesso quando si entra in campo per pareggiare si rischia di perdere“. La partita d’andata coincise con una pesante sconfitta: “E’ stata una delle tante lezioni che abbiamo avuto nel corso del campionato. E’ stata una partita importante che abbiamo visto e rivisto nel corso della stagione. C’è stata troppa generosità e questo ci ha fatto perdere lucidità e compattezza. Domani dovremmo essere corti e stretti”. I biancocelesti vanno allo Stadium da secondi in classifica: “Vogliamo fare il possibile per continuare il momento positivo. La nostra mentalità sarà sempre la stessa”. Probabile riposo per qualcuno: “Schiererò la squadra migliore vedendo i punti di forza dell’avversario. Le scelte non saranno fatte perché qualcuno ha bisogno di riposo in quanto tutti vogliono giocare”. Ciò che è certo è che i capitolini in questo Juventus-Lazio non saranno al completo. Infatti, oltre ai lungodegenti Gentiletti e Djordjevic, e a Radu. assente da Cagliari, mancheranno De Vrij, Parolo e gli squalificati Cavanda e Novaretti. Pioli dovrebbe affidarsi al più accorto 4-3-3. Marchetti potrebbe tornare tra i pali con Basta, Cana, Mauricio e Braafheid a formare il pacchetto difensivo. Cataldi, Biglia e Lulic dovrebbero formare il terzetto di centrocampo. In attacco dovrebbero essere Mauri e Felipe Anderson ad affiancare Klose. Panchina quindi per Candreva, pronto comunque ad entrare a partita in corso.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *