Connect with us

Prima Pagina

Il patto tra Hamsik e Benitez

Pubblicato

|

hamsik

Ci sono notti in cui l’asticella è più alta del solito e, di conseguenza, le motivazioni portano a mille l’adrenalina. Quella adrenalina che finalmente scorreva nelle vene di Marek Hamsik, capitano di un Napoli capace di scivolare al quarto posto in campionato e aggrappato solamente al sogno Europa League. Ieri era una di queste notti e lo slovacco ha risposto presente, dimostrando che quando lui gira gli azzurri sono devastanti.

Lo straripante Hamsik di ieri sera non è solamente riscontrabile nella doppietta o nell’input del primo gol di Higuain, quando in tutto il lavoro sporco e di raccordo eseguito dal primo al settantesimo minuto, quando ha fatto spazio a Gabbiadini e uscendo ha caricato ulteriormente i duemila napoletani presenti allo stadio, figli di un popolo che non dimentica le proprie origini e lo dimostra con un sostegno senza eguali.

Il capitano azzurro non andava a segno per due gare consecutive dall’agosto 2013, quando in campionato il Napoli demolì il Bologna 3-0 in casa e vinse 4 a 2 a Verona contro il Chievo. All’epoca tutti incensarono la sua vena realizzativa, encomiando il nuovo gioco propositivo delineato da Benitez che apparentemente esaltava Hamsik. Poi il buio. E adesso una prestazione che fa luce su una squadra che ai massimi livelli se la può giocare con tutti.

Hamsik e Benitez sono due uomini pacati, apparentemente senza rabbia. Ma al loro interno hanno saputo covare la grinta necessaria e sono arrivati a capirsi. Il capitano non si è mai lamentato delle continue sostituzioni e lo spagnolo ha continuato a credere in lui: il trionfo di ieri a Wolfsburg è la conseguenza di un’intesa raggiunta per il bene di entrambi ma soprattutto del Napoli.

@ntomc

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending