Davide Luciani
No Comments

Klopp, sette anni di trionfi non solo sportivi

Termina un'era in casa Borussia. Dopo 7 anni i gialloneri dicono addio al 'Mago' Klopp

Klopp, sette anni di trionfi non solo sportivi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Jurgen Klopp ieri ha detto addio al Borussia Dormund. A fine stagione il tecnico tedesco lascerà il club giallonero. Si chiude così un’era fatta di successi sportivi e non solo. Klopp è infatti stato molto più di un allenatore: è stato un manager a tutto tondo che ha preso una squadra sull’orlo del tracollo economico e l’ha portata nell’èlite del calcio che conta.

GLI INIZI  Klopp arriva al Borussia nell’estate del 2008. I gialloneri vengono da un tredicesimo posto, ma, soprattutto, sono ad un passo dalla bancarotta. Occorre ripartire da zero, ricostruendo la squadra  e facendo crescere i giovani. Un’impresa non facile. Il tecnico tedesco è reduce da una retrocessione e una mancata promozione negli ultimi due anni a Mainz. Non tutti lo ritengono il tecnico giusto per riportare in alto i gialloneri, ma Klopp stupisce tutti. Rifà la squadra da capo, con l’aiuto del ds Zork, puntando su giocatori snobbati o di campionati minori. Il primo anno arrivano Hummels e Subotic (che Klopp aveva lanciato al Mainz). Il Borussia finisce sesto in campionato, ma strappa la Supercoppia di Germania al Bayern. L’anno successivo il Dortmund si migliora ancora e chiude la Bundesliga al quinto posto. E’ l’inizio del sogno.

Il Borussia Dortmund campione di Germania 2011

Il Borussia Dortmund campione di Germania 2011

VITTORIE IN SERIE – Nella stagione 2010/2001 arrivano i primi successi importanti. Il Borussia vince la Bundesliga. In estate Klopp e Zork avevano piazzato colpi che importanti a basso costo come Pisczek, Lewandowski e Kagawa. E’ un successo che la squadra tedesca attende da nove anni. La stagione successiva la storia si ripete: Borussia campione di Germania per la seconda volta consecutiva e vi aggiunge la coppa di Germania. Tutti iniziano a guardare con interesse a Dortmund. Iniziano le cessioni eccellenti come quelle di Sahin e Kagawa.  Nonostante ciò, l’anno successivo il Borussia arriva in finale di Champions proprio contro il Bayern e vende cara la pelle, cedendo solo nel finale.

GLI ULTIMI DUE ANNI – Negli ultimi due anni per il Borussia si fa sempre più difficile. Inizia la faida con il Bayern Monaco che inizia la razzìa dei migliori talenti della Ruhr. I casi Gotze (clausola rescissoria pagata senza parlare con il Dortmund) e Lewandowski (bloccato con due anni d’anticipo per prenderlo a parametro zero) innescano una guerra senza esclusione di colpi. Klopp fa ancora in tempo a vincere due Supercoppe, ma le distanze in campionato tra Borussia e Bayern si fanno sempre più grandi L’ultima annata, poi, con la squadra ad un passo dalla retrocessione per tutto il girone di andata, sembra aver rotto qualcosa. Klopp ha deciso di dice addio al Borussia. Il suo futuro è un’incognita. Ciò che è certo è che a Dortmund non lo dimenticheranno mai.

Davide Luciani

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *