Connect with us

Prima Pagina

Jan Oblak eroe per una notte

Pubblicato

|

Jan Oblak.

Tutti si aspettavano Ronaldo, James Rodriguez, Bale, Griezmann, Torres o Mandzukic ma nella notte del Vicente Calderon è spuntato lui, Jan Oblak. Muro Oblak, Oblak dice no, il Real sbatte su Oblak: sono questi i titoli dei più importanti quotidiani. Il giovane portiere sloveno si è preso la copertina e le copertine. La sua storia è un po’ strana ma è tutta da raccontare.  Jan Oblak era arrivato alla corte di Simeone insieme a Miguel Angel Moya per sostituire Courtois. Il Cholo affida allo slavo il ruolo di portiere di Coppa. Ma l’ex Benfica sbaglia la prima partita e diventa il capro espiatorio di quella sconfitta con l’Olympiacos. Jan Oblak finisce così ai margini del progetto Atletico Madrid. Ma la sorte e il destino vogliono dargli una mano: Moya si infortuna nella sfida di ritorno degli ottavi di Champions League contro il Leverkusen ed entra lui, Jan Oblak, che risulta decisivo parando tutto nei minuti regolamentari e respingendo anche un penalty nella lotteria dei rigori. Da quel momento è lo sloveno il titolare. E dopo la prestazione di ieri tutti lo chiamano in un solo modo: il muro.

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending