Gianpiero Farina
No Comments

Jan Oblak eroe per una notte

Il portiere sloveno dell'Atletico è stato il migliore nel derby di Madrid

Jan Oblak eroe per una notte
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Tutti si aspettavano Ronaldo, James Rodriguez, Bale, Griezmann, Torres o Mandzukic ma nella notte del Vicente Calderon è spuntato lui, Jan Oblak. Muro Oblak, Oblak dice no, il Real sbatte su Oblak: sono questi i titoli dei più importanti quotidiani. Il giovane portiere sloveno si è preso la copertina e le copertine. La sua storia è un po’ strana ma è tutta da raccontare.  Jan Oblak era arrivato alla corte di Simeone insieme a Miguel Angel Moya per sostituire Courtois. Il Cholo affida allo slavo il ruolo di portiere di Coppa. Ma l’ex Benfica sbaglia la prima partita e diventa il capro espiatorio di quella sconfitta con l’Olympiacos. Jan Oblak finisce così ai margini del progetto Atletico Madrid. Ma la sorte e il destino vogliono dargli una mano: Moya si infortuna nella sfida di ritorno degli ottavi di Champions League contro il Leverkusen ed entra lui, Jan Oblak, che risulta decisivo parando tutto nei minuti regolamentari e respingendo anche un penalty nella lotteria dei rigori. Da quel momento è lo sloveno il titolare. E dopo la prestazione di ieri tutti lo chiamano in un solo modo: il muro.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *