Giulia Cassini
1 Comment

Design, lavoro e passione: intervista al nuovo designer

Sempre più sbocchi per i designer ma è una professione difficile, molto specializzata.

Design, lavoro e passione: intervista al nuovo designer
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Design interni Croma

Design interni Croma

Design come determinazione,design come creatività, come genio, ma anche design come lavoro.

IL SALONE – Si avvicina “Il Salone del Mobile” a celebrare la filiera della creatività che rende l’Italia unica al mondo e leader nelle esportazioni. La grande novità di quest’anno al Salone è il lavoro, per la prima volta con uno spazio ad hoc dedicato all’offerta, al coworking, allo smartworking ed alle opportunità di ingresso. Però non tutti hanno ben chiaro cos’è il design, se non a sommi capi, e come si fa a diventare designer.

L’INTERVISTA – Lo abbiamo chiesto al famoso Carlo Ratti, che ha lavorato per il prototipo Brera firmato Giugiaro e per l’ultima nata Fiat Croma, oltre che in Italdesign  a fianco di Giorgetto Giugiaro per ben 28 anni.

Cos’è il design in breve ed in pratica? “Ogni idea che nasce dalla matita del designer è frutto di una approfondita analisi di tutti gli aspetti, partendo dalla sua storia, se ne ha una, dal contesto dove va inserito,dalla funzione. Per i mezzi di trasporto in cui sono specializzato contano anche e non in ultimo la sicurezza, l’affidabilità, la robustezza, il comfort, la funzionalità. E’ un mix concentrato e poliedrico il design ed è anche qualcosa che ci appartiene e che ci guida in tutte le scelte dall’arredo di casa, a comprare una macchina..”

Le ultime esigenze di mercato quali vincoli danno?Ad esempio conta di più il comfort, la tecnologia o il design?“Senza ombra di dubbio il design inteso nel suo aspetto globale ha seguito un percorso di maturazione; sempre più la figura del designer è coinvolta nelle conoscenze tecnologiche che hanno permesso di offrire maggiore comfort, per cui il design non è solo più pura estetica, ma deve seguire di pari passo le esigenze attuali, ed anzi, anticipare i desideri degli utilizzatori finali”.

Quale percorso di studio o di bottega suggerisce ai giovani che vogliono lavorare nel design? “Oggi le Università del Design sono diverse e prevedono già stage nelle aziende, aiutando i giovani ad inserirsi nel mondo del lavoro. Ma non si creda che il percorso sia facile, occorre distinguersi e molto spirito di abnegazione, tanti sacrifici e un’incrollabile passione.”

Insomma la professione del designer non è per tutti.

Share Button

One Response to Design, lavoro e passione: intervista al nuovo designer

  1. Carlo Ratti 16 aprile 2015 at 8:50

    volevo solo precisare che non sono un Designer Fiat, ma che ho lavorato anche per Fiat

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *