Connect with us

Milan

Calciomercato Milan: a giugno rivoluzione in difesa

Pubblicato

|

Mexes, uno dei migliori in campo in Milan-Verona
Rami uno dei pochi sicuri di rimanere nel Milan il prossimo anno

Rami uno dei pochi sicuri di rimanere nel Milan il prossimo anno

Il Milan, anche contro la Sampdoria, ha mostrato come la sua difesa sia tra le più scarse, a livello qualitativo, della Serie A. Il modo in cui Eto’o ha “scherzato” Mexes in occasione dell’assist a Soriano, la dice lunga sulle doti tecnico-tattiche degli uomini in maglia rossonera. Pensare che, dove una volta c’erano Baresi, Maldini, Tassotti, ora ci sono Paletta, Mexes e Antonelli, fa una certa impressione. Per questo ad agosto sarà rivoluzione.

CHI PARTE  – I candidati a lasciare il Milan a luglio sono molti. Si parte da Mexes. Il francese si è riguadagnato i galloni da titolare per manifesta inferiorità dei concorrenti, ma rimane uno dei più scarsi difensori a livello tecnico degli ultimi vent’anni. In più, il carattere sempre “acceso” lo porta a rischiare due-tre volte in partita l’espulsione. Aggiungiamoci il contratto faraonico e inversamente proporzionale al suo rendimento (3.5 milioni l’anno!) ed ecco che il suo addio alla società di Via Aldo Rossi sarà cosa fatta: basterà non rinnovargli il contratto e il francese farà le valige.
Insieme all’ex Roma sul piede di partenza ci sono Bonera (anche lui in scadenza) Zaccardo, Zapata, Alex, tutti giocatori che non rientrano più nei piani della società. Il brasiliano in particolar modo, ha molto deluso. Dato che è stato ingaggiato a parametro zero, il Milan con la sua cessione opererà comunque una plusvalenza. Per Bocchetti, invece, il Milan dovrà decidere se esercitare il diritto di riscatto o meno.

CASO ABATE-DE SCIGLIO – Diverso il caso Abate: anche il terzino è in scadenza, ma qui bisognerà valutare cosa ha intenzione di fare il Milan sulle fasce. L’arrivo di Antonelli a gennaio ha blindato la fascia mancina, ma, tolto spazio a De Sciglio. Se Abate rimanesse, quindi, il prossimo anno si creerebbe un dualismo  tra l’ex Torino e De Sciglio sulla destra. Per questo Galliani e Berlusconi devono scegliere: rinnovare il contratto di Abate  o puntare su De Sciglio? L’impressione è che solo uno dei due rimarrà la prossima estate.

CHI RESTA – Sono solo tre i difensori del Milan sicuri di rimanere l’anno prossimo in rossonero, ossia Paletta, Rami e Antonelli. Il difensore del Parma è diventato presto titolare inamovibile. Intendiamoci, non è che sia un fenomeno, tutt’altro, ma, nella sua povertà tecnico-tattica, è comunque superiore (o si è dimostrato tale) rispetto ai compagni di reparto. L’ex Valencia, invece, piace per la sua duttilità e affidabilità. Antonelli, invece, ha dimostrato di meritare la maglia del Milan con prestazioni sempre convincenti. E’ su loro tre che si fonderà la rivoluzione difensiva dei rossoneri.

CHI ARRIVA – Il primo nome accostato al Milan è quello di Munoz. L’argentino, attualmente in prestito alla Sampdoria da Palermo, a fine giugno si libererà a costo zero. Galliani fiuta il colpo. Sempre nel ruolo di centrale non si molla la pista De Maio. I rapporti Galliani-Preziosi potrebbero pilotare l’arrivo dell’ex Brescia a giugno. Sulla fascia, piace Edenilson (Genoa, ma proprietà Udinese), ma bisognerà vedere le richieste dei Pozzo. Sempre sulla fascia destra, piace Zappacosta, mentre a sinistra potrebbe aprirsi una trattativa per Avelar, specie se il Cagliari retrocedesse in B. In questi mesi si è fatto anche il nome di Carlos Zambrano, difensore peruviano dell’Eintracht. Sembra che Galliani abbia già raggiunto l’accordo con il sudamericano, che a giugno sar libero di accasarsi dove vuole, ma si attendono conferme.
Il Milan prepara dunque la rivoluzione difensiva. Chi ha fondato le proprie fortune sulla retroguardia e si è guadagnato il nome di “Invincibile” non può accettare di subìre gol con la facilità attuale.

Davide Luciani 

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending