Connect with us

Europa League

Verso Dinamo Kiev-Fiorentina: conferenze e probabili formazioni

Pubblicato

|

Verso Tottenham-Fiorentina: Montella rispetta gli Spurs, ma non ha paura

Vigilia di Dinamo Kiev-Fiorentina, oggi hanno parlato in conferenza stampa i due allenatori e siamo già in pieno clima partita. C’è voglia di riscatto in casa viola, viste le due sonore batoste incassate con Juventus e Napoli: zero gol fatti e 6 subiti (7, perché quello di Higuain era buono, e non di poco) in poco più di una settimana, il trend dev’essere invertito, altrimenti il rischio per i gigliati sarebbe quello di rimanere a guardare gli altri anche in questa competizione. Andiamo a vedere ora le probabili formazioni e le parole dei rispettivi allenatori.

QUI DINAMO KIEV – Due ex attaccanti a confronto, una sfida nella sfida tra due campioni che si ritrovano in vesti differenti. Rebrov ha avuto anche modo di osservare da vicino la Fiorentina poco tempo fa durante un match casalingo, ecco le sue parole in conferenza stampa riportate sul sito ufficiale della Dinamo Kiev: “Abbiamo osservato le gare della Fiorentina dopo il sorteggio; sa difendersi bene anche se gioca con i tre dietro. Dobbiamo essere bravi a trovare i giusti spazi almeno così potremo sfruttare i nostri inserimenti, visto che la Fiorentina ha concesso tanto negli ultimi impegni. Ogni squadra ha momenti buoni e meno buoni, dipende anche dalla partita stessa”.
Per quanto riguarda le probabili scelte, Rebrov sembra aver optato per la sua formazione tipo: 4-2-3-1 con Shovkovskiy in porta; Danilo Silva, Khacheridi, Dragović, Vida andranno a comporre la linea difensiva; Rybalka, Belhanda agiranno davanti alla difesa e Garmash, Yarmolenko, Lens giocheranno a supporto dell’unica punta Mbokani.

Norberto Neto, un portiere normale protagonista di una vicenda normale

Dubbio Neto-Tatarusanu per Montella

QUI FIORENTINA – Un Montella apparso abbastanza sereno e molto concentrato quello di quest’oggi in sala stampa; eccovi alcune sue dichiarazioni. Sul calo delle ultime gare: “Le cause le abbiamo individuate ed abbiamo lavorato per risolvere i nostri problemi. Da giorni a Firenze non si parla di altro”. Sul lato psicologico: “I nostri problemi non sono fisici, è successo qualcosa nella testa di tutti noi. La partita con la Dinamo Kiev arriva al momento giusto, è necessario mettere in campo la massima concentrazione per superare l’avversario”. Sulla Dinamo Kiev: “Dobbiamo stare attenti perché hanno giocatori veloci e di talento; è una squadra completa e servirà la miglior Fiorentina”. Sulle condizioni non ottimali di Neto: “Sia lui che Tatarusanu non sono al meglio”. Per quanto riguarda la formazione, come abbiamo appena sottolineato, l’unico problema riguarda la porta, per il resto la squadra scenderà in campo con il consueto 3-5-2 composto da Tomovic, Gonzalo e Savic in difesa; Badelij, Pizarro e Mati Fernandez a centrocampo con Alonso e Joaquin sulle fasce; la coppia d’attacco sarà formata da Salah e Gomez.

Edoardo Baracco

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending