Connect with us

Football

Il Toro scorna la Roma: 1 a 1 e sorpasso laziale

Pubblicato

|

Torino-Roma 1-1

Era temuto, era nell’aria, è arrivato. Il sorpasso laziale al fu secondo posto della Roma si consuma in una splendida (tranne che per i giallorossi di Garcia) domenica di metà aprile. Florenzi illude, Maxi Lopez aggancia, e non è un caso che il risultato che condanna – momentaneamente – la Lupa sia proprio un 1 a 1. Troppe occasioni sprecate in una partita specchio dell’intera stagione romanista. Ritmi soporiferi, sterile possesso palla e la beffa che arriva proprio nel momento migliore. Dopo un primo tempo da cura all’insonnia, gli uomini di Garcia cambiano ritmo ad inizio ripresa, sfiorano il vantaggio con Ljajic e passano finalmente con un penalty di Florenzi. Sembra tutto in discesa, ma la Roma di questa stagione ha una curiosa tendenza a farsi del male all’improvviso. La difesa pasticcia su un pallone di Vives che arriva a Maxi Lopez, l’argentino è al posto giusto nel momento perfetto, ed è pareggio. Inutili i tentativi di assalto giallorosso nel finale, prima il palo nega la doppietta a Florenzi, poi è Padelli a salvare su Nainggolan. Finisce 1 a 1, col Toro sotto la curva per il meritato omaggio dei tifosi, e la Roma giù dal secondo posto dopo 68 domeniche di fila.

TOP&FLOP TORINO

Kamil Glik, capitano del Torino

Kamil Glik, capitano del Torino

PADELLI voto 7 – Riconquistata la titolarità, ecco tornare anche la concentrazione. Almeno tre interventi miracolosi, ma con un po’ di fortuna sarebbero potuti essere anche quattro. Intuisce il rigore di Florenzi, ma non riesce a ribatterlo – SICUREZZA

GLIK voto 7 – La Roma nemmeno prova a fargli del male con palloni aerei, sarebbe solo tempo sprecato. Il problema per gli attaccanti ospiti è che pure palla a terra sta diventando complicato sopraffarlo – MOSTRO

MAXI LOPEZ voto 6,5 – L’istinto del Killer. Mette il piede in campo e in una manciata di minuti diventa il salvatore granata. Ottima la presenza fisica li davanti, utile a tenere palloni preziosi e a far salire la squadra – CENTROBOA

EL KADDOURI voto 5,5 – Evanescente e fumoso, fatica a trovare un posto al sole nonostante il bel pomeriggio primaverile. La forma non è delle migliori, e le idee vengono irrimediabilmente offuscate – OPACO

MARTINEZ voto 5 – Malissimo. Con lui i difensori romanisti passano minuti di spensieratezza, spazzata via dall’ingresso di Lopez – INCONSISTENTE

TOP&FLOP ROMA

FLORENZI voto 7 – L’uomo per tutte le stagioni. Corre a tutto spiano cercando di rianimare dei compagni già proiettati al villaggio vacanze. Personalità nel calciare e trasformare il rigore, segno di una posizione già di primo piano nello spogliatoio – CAPITAN FUTURO

NAINGGOLAN voto 6,5 – Dà la sveglia a Padelli con un missile destinato a miglior fortuna, e nel complesso è sempre tra i migliori per sostanza e grinta. Rispetto al resto della truppa è di un’altra categoria – GUERRIERO

ITURBE voto 6 – Almeno ci prova. Qualche accelerazione non seguita da conclusioni apprezzabili, segno di una crescita lenta ma presente. La continuità continua a non trovare dimora in lui – INCOSTANTE

PJANIC voto 5 – Piatto, come il battito cardiaco della sua squadra e come i passaggi in orizzontale non degni del suo piede. Sinceramente, sembra che non abbia più voglia – STANCO

ASTORI voto 5 – Altra bocciatura. Vives lo scherza, e la Roma non può proprio fare affidamento su di lui. Gli servirebbe respirare di nuovo l’aria sarda per riprendersi, ma in quale categoria? – RETROCESSO

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending