Modestino Picariello
No Comments

Pallotta scoprì il re nudo: l’inutilità economica degli ultras

Pallotta traccia la via: addio connivenze tra società ed ultras per un calcio più pulito ma soprattutto, nessuno lo dice, più ricco

Pallotta scoprì il re nudo: l’inutilità economica degli ultras
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Pallotta: gli striscioni esposti dalla curva sud durante Roma - Napoli

Pallotta: gli striscioni esposti dalla curva sud durante Roma – Napoli

Su quanto accaduto a Ciro Esposito (dinamica, movente ecc.) ci sono ancora troppi buchi per esprimere un pensiero chiaro e glisserò, e su quanto ha detto Pallotta siamo già intervenuti. Ma resta forse un’ultima considerazione da fare. Provate a seguirmi.

CERTA MENTE – Due cose vanno dette chiaramente: la prima è che la contestazione dei tifosi della Roma è stata assolutamente civile (checché se ne dica, di parole non è mai morto nessuno, anzi, magari le “curve” si esprimessero sempre così); la seconda è che “fottuto idiota” al netto della persona (o persone) a cui  rivolto è un’offesa becera e priva di argomentazioni. La terza, en passant, è che ci troviamo di fronte ad una situazione davvero particolare: difficile giudicare la chiusura della curva per striscioni come quelli esposti, quando espressioni di violenza o irrisione molto più nette sono passate inosservate al vaglio di Tosel. In altri termini, la Roma ha fatto giurisprudenza a sé, in maniera alquanto sorprendente. Questo Pallotta, che certo non è uno stupido, lo sa, per questo le sue frasi risultano, oltre che sbilanciate, alquanto sorprendenti, ma forse il presidente ha un piano, che sotto sotto avrebbe decisamente senso.

IL TIFO NON PAGA – E’ abbastanza probabile che in questa avventura romanista, Pallotta si sia accorto che dagli ultras una società ha solo da perdere, soprattutto economicamente. A loro vende i biglietti di fascia più bassa, di certo quei tifosi non fanno affidamento sul merchandising ufficiale della squadra, provocano multe su multe e danno una pessima immagine all’esterno. A che pro tenerli, quindi? Non che gli altri presidenti non lo abbiano capito, ma ci sono troppe ragioni sottese, soprattutto di finta convenienza e mantenimento di un certo ordine pubblico, che hanno sempre fatto desistere. Solo chi non vive un certo contesto può permettersi un discorso del genere: solo Pallotta, dunque, può assumersi il coraggio di avere assolutamente ragione. Alle parole seguano i fatti: quelli li aspettiamo con impazienza

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *