Sanda Urda
No Comments

MotoGp COTA 2015: Rossi e Lorenzo mirano al podio

Curiosità e dichiarazioni di piloti e team Yamaha Movistar MotoGp

MotoGp COTA 2015: Rossi e Lorenzo mirano al podio
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
COTA dal 2012 in MotoGp

Circuit of the Americas

Dopo una vittoria spettacolare della prima gara in Qatar, Valentino Rossi e il suo compagno di squadra Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGp), sono partiti per il Texas dove il prossimo weekend si correrà il RedBull Grand Prix of the Americas. Il tracciato COTA è un circuito relativamente nuovo (costruito nel 2012) essendo incluso nel calendario MotoGp dal 2013. I 5513m di lunghezza che si corrono in senso antiorario non è una pista proprio Yamaha, ma ha un interessante mix di rettilinei veloci e tornanti stretti che rendono la gara molto veloce. Con 20 curve in totale, 11 verso sinistra e 9 verso destra, un rettilineo di 1200m, questo circuito può accogliere 120 000 fans.

Valentino Rossi – La stagione 2015 è appena iniziata e già dalla primo Gp ha regalato ai appassionati tante gioie, emozioni forti e drammi da analizzare. La più importante: straordinaria vittoria di Rossi che rimonta dalla ottava posizione. Il nove volte campione del mondo punta a ripetere il successo anche sul tracciato COTA. Valentino non è un grande fan del circuito texano (miglior risultato un sesto posto nel 2013) ma sicuramente farà tutto il possibile per arrivare a podio vista la carica conquistata con la precedente vittoria.

I propositi del “Dottore” per Austin: “Cominciare il Campionato con una vittoria è veramente bello, ma adesso dobbiamo cercare di essere competitivi dappertutto come in Qatar. Austin non è la nostra pista preferita. Anche se la pista è moderna e alcuni tornanti mi piacciono, i due lunghi rettilinei sono punti deboli per noi. I nostri avversari sono forti, ma è anche vero che la nostra moto è migliorata molto. Sono contento della mia YZR-M1. Ci impegneremo a fondo per trovare la soluzione migliore, come abbiamo fatto a Losail. Dopo la vittoria siamo tutti molto motivati e siamo pronti per un nuovo fine settimana. Vorrei salire sul podio. Non sarà facile, ma cercheremmo.

Il teammate Jorge Lorenzo invece, ha avuto un inizio di stagione difficile. Dopo una prima fase in testa alla gara, per un difetto del suo casco, ha perso la visibilità ed è finito quarto. Il giovane e “in forma” pilota spagnolo userà questa disgrazia come motivazione in più per spingere la sua YZR-M1 al massimo questo weekend. L’anno scorso ha avuto una gara difficile a COTA, ma non vede l’ora di stare di nuovo davanti e lottare per il podio come fecce nel 2013 (terzo).

Il Team Director Yamaha Movistar MotoGp, Massimo Meregalli considera il COTA un bel circuito, ma in precedenza non è stato forte per la Yamaha. “Quest’anno affronteremmo questo Gp in un modo completamente diverso rispetto ai due passati. Abbiamo migliorato la moto e i nostri piloti sono in piena forma quindi le nostre aspettative per questo fine settimana sono buone, specialmente dopo la prima gara della stagione in Qatar. Conosciamo la nostra capacità e non vediamo l’ora di iniziare.”

Con i piloti ufficiali Yamaha gasati dal Qatar, la Ducati con le ali e Marquez (Honda Repsol Team), dio dichiarato del COTA (due vittorie su due stagioni in MotoGp del tracciato), il 21 Aprile ne vedremmo delle belle!

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *