Connect with us

Focus

Benitez-Napoli: è giusto finir così un amore mai nato?

Pubblicato

|

Serie A- il Napoli torna a -9 dalla Juventus

Ormai le voci, soprattutto spagnole, che vogliono il futuro di Benitez sempre più lontano dal Napoli continuano a susseguirsi così frequentemente che sembrano avere un fondo di verità nonostante ne l’allenatore ne la società si siano espressi in merito. Eppure sembra che l’avventura in terra partenopea di Rafa terminerà alla fine di questa stagione anche se le aspettative del progetto che avevano in mente in casa Napoli non sono state per niente soddisfatte. Naturalmente l’addio di Benitez al Napoli avrà comunque delle ripercussioni sul futuro degli azzurri e quindi proviamo ad analizzare i pro e i contro di questo probabile divorzio.

Sinisa Mihajlovic, uno dei tanti candidati alla panchina del Napoli

Sinisa Mihajlovic, uno dei tanti candidati alla panchina del Napoli

Nuovo allenatore, nuova vita – Partiamo dal presupposto che Benitez non ha fatto niente di più di Mazzarri e se ci si mette ad analizzare le squadre che entrambi hanno avuto a disposizione, si può evincere che l’allenatore livornese ha fatto un lavoro migliore dello spagnolo. Quindi uno dei vantaggi dell’addio di Benitez potrebbe essere sicuramente quello di poter trovare finalmente un allenatore capace di poter reggere, gestire e migliorare il progetto Napoli fino a portarlo a compimento e il traguardo sarebbe lo scudetto e non la solita Coppa Italia che sa tanto di contentino a fine stagione. Un altro aspetto positivo sarebbe quello che ad allenare il Napoli potrebbe arrivare un allenatore che non sia “tatticamente cocciuto” come si è dimostrato Benitez che con quel 4-2-3-1 approcciato a qualsiasi partita ha veramente stufato, in particolare quando non viene cambiato a partita in corsa permettendo agli avversari di poter fare il gioco che vogliono. Ma soprattutto un allenatore che sia bravo ad usare e gestire i giocatori che ha in rosa, a differenza dello spagnolo che molte volte ha sbagliato ancor prima che la sua squadra scendesse in campo.

.. E se poi te ne penti? – Certo che mettere al patibolo le persone è facile e Benitez, come tutti gli allenatori, ha i suoi difetti ma anche molti pregi e mandarlo via potrebbe avere delle gravi ripercussioni sul Napoli. Ad esempio, gran parte dei campioni arrivati in questi due anni sono stati tutti attirati dalla possibilità di lavorare con l’allenatore spagnolo, vedi Albiol, Callejon e Higuain, e quindi se nel caso Benitez andasse via, chissà se anche la loro idea di rimanere al Napoli rimanesse tale. Un altro problema potrebbe essere che, al momento, ci sono solamente altri pochi allenatori con lo stesso carisma internazionale del quale dispone Benitez, carisma che si dimostra importante nelle sfide europee e che permette al Napoli di avere un passo in più delle avversarie in molte occasioni.

Insomma, si è capito. L’addio di Benitez è una incognita impazzita che può avere effetti benefici o può essere l’inizio della fine del progetto Napoli di De Laurentiis, nel caso la società non riesca a trovare un allenatore di pari o maggior livello. I candidati sono molteplici ma il posto sulla panchina del San Paolo è solo uno e speriamo che ad occuparlo sarà un nuovo allenatore di gran livello che tutta la città merita.

Raul Parrella
@RaulParrella

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending