Connect with us

Focus

Milan, squadra in costruzione. E nelle ultime ore rimbalza una suggestione di mercato

Pubblicato

|

Adriani Gallinai AD milan

Adriano Galliani, ad rossonero

MILANO, 23 LUGLIO – Ecco. Il titolo che leggete sopra potrebbe essere lo slogan rossonero, dominante alle porte del centro sportivo di Milanello a Carnago. Uno slogan sullo stile dell’ormai famoso “sito in costruzione”, nel quale ci si imbatte frequentemente mentre ci si addentra nella giungla internettiana.

OSSIGENO PER I ROSSONERI, MA QUEST’ESTATE E’ DIFFICILE – La “paccata” milionaria, arrivata da Parigi, ha ridato ossigeno ad un club in difficoltà, che ha dovuto sposare, non aveva altre scelte, la via del rigore e dell’austerità economica, nel solco del “fair play finanziario”. Tempi difficili in via Turati, dov’è un frenetico susseguirsi di incontri tra agenti di calciatori e dirigenti milanisti. Agenti che offrono i loro assistiti, giocatori, purtroppo, da i nomi non roboanti e dal talento discutibile, che deludono, sempre di più, le aspettative di tifosi afflitti da un mercato, fino ad ora, a dir poco deludente. Una situazione che dimostra e conferma, la perdita di appeal di un club che rimane, nonostante tutto, il più titolato al mondo. Un patema d’animo, quest’estate rossonera.

PUBBLICITA’ INGANNEVOLE, RIMBORSI SUGLI ABBONAMENTI – Ma i tifosi non ci stanno e passano al contrattacco. Il Codacons, stando a quanto affermato dal suo presidente Marco Maria Donzelli, è intenzionato a presentare un esposto contro il Milan per rimborsare ai tifosi gli abbonamenti sottoscritti per la “pubblicità ingannevole”, dopo gli addii di Ibrahimovic e Thiago Silva. Un’altra grana da sbrogliare per un club, che, nonostante mille difficoltà, non rimane alla finestra di questa sessione di mercato a guardare le altre società concorrenti, mentre si spartiscono chi di meglio c’è su piazza.

Allegri, tecnico rossonero

PER ALLEGRI E’ L’ANNO ZERO, MA SERVONO DUE TOP – Il mister Allegri, intervistato, ha parlato di “anno zero”, per un club che in pochissimi mesi ha visto la partenza di giocatori indimenticabili, per il quale non è più rinviabile una rifondazione tanto promessa ma mai attuata. Passando in rassegna i vari reparti, si vocifera Rolando per la difesa , classe ’85, militante nelle fila del Porto: giocatore possente e dotato di una vigorosa fisicità, un rinforzo efficace che non dovrà far rimpiangere Thiago Silva, povero Rolando qualora arrivasse, per lui una mission “quasi” impossible! Per la mediana rimane aperta la pista che porta a Lassana Diarra, giocatore ai margini della rosa madridista, ma il Real Madrid non vuole svenderlo, pur essendo in scadenza di contratto a giugno 2013. Ed infine per l’attacco, il reparto che fa più palpitare e sognare i tifosi, oltre ai soliti noti Tevez e Džeko, spuntano i nomi di Matri, in uscita da una Juventus nella quale dovrebbe sgomitare per ritagliarsi una maglia da titolare e, per non dimenticare, prodotto made in Milan. E poi Jovetic, idea dell’ultim’ora, per il quale vale sempre la clausola di rescissione di 30 milioni, la stessa clausola indigesta alla Juventus che continua a temporeggiare ed a non scartare altre soluzioni, ma abbordabile per un Milan, arricchitosi per le cessioni dei suoi due più grandi fuoriclasse, Ibrahimovic e Thiago Silva.

a cura di Alessandro Zuglian

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending