Giuseppe Landi
No Comments

Cesena, rimonta da urlo a Verona: salvezza ancora possibile

Carbonero, Brienza e Succi rispondono a Toni e Gomez: al Bentegodi è 3-3

Cesena, rimonta da urlo a Verona: salvezza ancora possibile
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Suicidio Verona, il Cesena festeggia come se avesse vinto. Al ‘Bentegodi’ va in scena un match clamoroso, quanto divertente, almeno per i tifosi neutrali. La squadra di Mandorlini dilaga e raggiunge addirittura il 3-0 grazie al solito immenso Luca Toni, autore di una doppietta, e alla perla di Gomez, che sorprende Leali con un gran tiro a giro dal limite dell’area. Ma i romagnoli dopo aver incassato la terza sberla non mollano, anzi trovano subito il gol della speranza con Carbonero al 70′. Passano sette minuti e la speranza è più viva che mai, con Brienza che calcia una magnifica punizione; all’81’ Succi completa l’opera dopo una grande azione tutta in velocità. Punto d’oro per il Cesena, che supera il Cagliari in classifica, portandosi a quota 22, a -4 dall’Atalanta terzultima.

IL TABELLINO:

Hellas Verona (4-3-3): Benussi, Pisano, Rodriguez, Moras, Brivio (82′ Lopez), Sala, Hallfredsson (68′ Obbadi), Greco, Gomez (82′ Campagnaro), Toni, Jankovic. All. Mandorlini

Cesena (4-3-1-2): Leali, Lucchini Krajnc, Capelli, Perico, Pulzetti (59′ Carbonero), De Feudis (36′ Cascione), Giorgi, Brienza, Djuric (75′ Succi), Defrel. All. Di Carlo

Arbitro: Orsato

Marcatori: 3′ Toni (H), 30′ Gomez (H), 62′ Toni (H), 70′ Carbonero (C), 77′ Brienza (C), 81′ Succi (C)

Ammoniti: Jankovic, Hallfredsson, Rodriguez (H), Pulzetti, Krajnc, Succi (C)

@PepLandi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *