Connect with us

Moto Gp

MotoGp: Stoner sarebbe onorato di sostituire Pedrosa

Pubblicato

|

Pedrosa in Qatar 2015

Daniel Pedrosa (@AleGibertiPH)

Dani Pedrosa inizia la sua decima stagione consecutiva sulla HRC ufficiale con una pausa. Dopo la prima gara in Qatar, il pilota di Sabadell decide di affrontare un nuovo intervento chirurgico per cercare di risolvere il problema che lo affligge da un anno. Anche lui, come tanti piloti di moto, soffre di una sindrome compartimentale (trattassi di quella condizione per la quale, durante la competizione o allenamento si ha un aumento della massa muscolare dell’avambraccio tale da impedire il proseguo dell’attività sportiva. Tipicamente gli atleti riferiscono comparsa quasi improvvisa di formicoli, perdita di forza, sensazione di pesantezza ed incapacità a continuare l’attività). Pensare che il nostro eroe, nonostante tutto, porta a casa dieci punti da Losail. L’operazione dello spagnolo è avvenuta il 3 Aprile a Madrid, diretta dal dottor Angel Villamor con esito da verificarsi tra due settimane. I tempi di recupero sono stimati dalle quattro alle sei settimane. A sostituire Pedrosa, ci sarà Hiroshi Aoyama per almeno le prossime due tappe.

Stoner invece, su twitter rivela la trattativa con Honda per la sostituzione di Pedrosa. La risposta della casa giapponese delude Casey che ne sarebbe stato onorato. Honda preferisce mandare in pista Aoyama (collaudatore). Livio Suppo, Team Principal Honda, ha dichiarato a Gpone: “E’ così, ci siamo parlati, a Casey avrebbe fatto piacere ma non era il caso. Già abbiamo iniziato il campionato con un quinto posto invece di una vittoria. E’ meglio che stiamo concentrati. Poi è vere che sarebbe stato bellissimo per i tifosi, ma Stoner, anche se continua a fare delle prove per noi, non conosceva la pista. I suoi fans avrebbero magari voluto vederlo lì subito davanti, ma sarebbe stata un’aspettativa eccessiva perché ormai il livello è altissimo. E’ stato meglio di no, per noi tutti”.

Una cosa è certa, nel box Repsol deve regnare la tranquillità per permettere al “piccolo diavolo” Marquez di concentrarsi sulla vittoria. Niente può interferire, neanche una tormenta se pur mediatica (nel caso fosse arrivato Stoner).

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending