Connect with us

Prima Pagina

Il Milan ai cinesi? Summit nella notte, Zong verso la fumata bianca

Pubblicato

|

qinghou

MANCINI COME WANDA: PAZZO DI ICARDI – 60 milioni di euro. Questa la folle cifra chiesta dal tecnico nerazzurro per il giovane bomber argentino, dentro e fuori dal campo. Così vuole dunque allontanare ogni pretendente e costruire un Inter da scudetto per il prossimo anno, insieme a Yaya Tourè e magari Jovetic, vecchio pallino ai margini del City. Il rinnovo dovrebbe arrivare, la volontà del ragazzo c’è e Mancini gongola: per uno che ha sempre avuto ciò che chiede, è un buon inizio.

MR.ZONG, A CHI VUOI DARLA A BERE? – Si nasconde il magnate cinese della Coca Cola asiatica. Si cela dietro una diplomatica smentita, tanto prevedibile quanto infondata. Perché da quelle parti non si parla d’altro che del suo ingresso nella società rossonera. Ieri Berlusconi avrebbe avuto un incontro ad Arcore, di circa un’ora, con uno dei possibili acquirenti: secondo indiscrezioni a villa San Martino il patron del Milan avrebbe cenato con Richard Lee, imprenditore di Hong Kong, rappresentante della cordata cinese che già si era visto a San Siro il 26 ottobre in occasione di Milan-Fiorentina, quando discusse con Berlusconi di accordi commerciali. Dall’ottantaseiesimo uomo più ricco del mondo è lecito aspettarsi grandi cose, i tifosi sognano, giocatori e stadio nuovo. Nel 2016, alla finale Champions di San Siro faranno da spettatori, ma con Mr.Zong, il boss della Coca Cola cinese, si intravedono bollicine e Champagne all’orizzonte.

JUVE, CENTROCAMPO DA OSCAR – E’ il trequartista brasiliano del Chelsea il nome nuovo per la trequarti bianconera. Pogba dovrebbe partire, serve un sostituto all’altezza, che permetta al contempo di far tornare Vidal nel suo ruolo naturale di mezzala, sacrificato col cambio modulo in un’atipica interpretazione di trequartista tutto fare. Il cileno è salito di rendimento, così come la Juve in Europa, ma senza Pogba serve un campione ed Oscar farebbe al caso di un Allegri che al n.10 in campo non ha mai rinunciato. Al Milan con Boateng, a gennaio provandoci con Snejider, ora col brasiliano dei blues. Mourinho sarà daccordo?

DYBALA DI QUA E DI LA’ – Lo vogliono tutti, ma proprio tutti. Persino le Nazionali se lo contendono, quella italiana ci ha provato senza successo, lui sogna la sua Argentina. I top club d’Europa lo cercano, ma non offrono abbastanza secondo Zamparini, che già sogna l’ennesimo incasso record dopo Pastore e Cavani. 30 milioni di euro non bastano, messaggio indiretto a chi, come l’Arsenal, si sarebbe fatto avanti con Wenger: “Zamparini esca allo scoperto, se non è soddisfatto dell’offerta”, ha affermato oggi il tecnico francese. Ne servono almeno 40, fuori portata da qualsiasi club italiano, a meno che la Juve non abbia le casse piene per via di cessioni illustri.

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending