Redazione

Milan, con fiducia in attesa del Barca

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MILANO, 26 MARZO – Archiviata la vittoria di Sabato scorso in campionato contro la Roma per il Milan è giunto il momento di pensare alla sfida valevole per l’andata dei quarti di finale di Champions League contro il Barcellona, sicuramente il match più atteso della stagione, che potrebbe lanciare i rossoneri verso il successo nella massima competizione continentale per club. Gli uomini di Allegri stanno attraversando un buon momento di forma anche se non mancano certamente i problemi. Analizziamo quindi nel dettaglio gli aspetti positivi e quelli negativi della squadra rossonera a due giorni dalla partitissima contro i catalani.

COSA FUNZIONA – L’aspetto che conforta maggiormente il tecnico toscano è sicuramente il rendimento stratosferico di Zlatan Ibrahimovic, che sta forse attraversando la stagione migliore della sua pur brillante carriera. Il fuoriclasse svedese, serio candidato alla conquista del Pallone d’Oro 2012, sta trascinando i suoi compagni a suon di goal alla conferma in campionato ed ha assunto ormai il ruolo di leader nello spogliatoio dei campioni d’Italia in carica. Sabato scorso una sua doppietta ha consentito al Milan di ribaltare il risultato contro la Roma e di arrivare a segnare la ventiduesima rete in campionato in 23 presenze. Se a questi aggiungiamo i 5 centri realizzati in Champions League risulta chiaro come Ibra abbia inciso in maniera notevole nei successi rossoneri fino a questo momento della stagione. Inoltre nel mese di Marzo sono già 7 i sigilli della punta milanista che gode di un’ottima condizione fisica e mentale e che vorrà essere decisivo contro la sua ex squadra per sfatare la tradizione che lo vuole spesso in ombra in occasione degli appuntamenti importanti e decisivi.

Altre note positive per Massimiliano Allegri sono i recuperi di alcuni infortunati come Nesta e Boateng e il momento di forma in cui si trovano alcuni componenti della sua squadra come El Shaarawy, Muntari e Bonera, il cui contributo potrebbe risultare decisivo alla luce dell’infortunio che ha colpito Thiago Silva che è indisponibile per entrambe le gare contro gli uomini di Guardiola. Non bisogna poi dimenticare l’attitudine del Milan alle sfide europee e con essa la notevole esperienza internazionale che quasi tutti i componenti dell’organico rossonero possono vantare.

COSA NON VA – I problemi maggiori per l’allenatore livornese arrivano, come ormai consuetudine, dal lungo elenco di giocatori vittime di infortuni. L’infermeria va piano piano svuotandosi ma l’inconveniente fisico capitato a Thiago Silva dopo pochi minuti nella gara di Sabato contro la Roma priverà la retroguardia milanista di uno dei difensoti più forti al mondo. Al termine della stagione ci sarà da interrogarsi su tutti questi malanni, la maggior parte dei quali di natura muscolare, valutando se sia il caso di cambiare qualcosa nella preparazione fisica della squadra.

Considerando quindi i pro e i contro del momento attuale dell’organico rossonero Massimiliano Allegri può affrontare con fiducia il doppio confronto con i campioni d’Europa in carica essendo consapevole di potersi giocare ad armi pari il passaggio del turno e con esso l’accesso alla semifinale di Champions League.

a cura di Mauro Rossi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *