Connect with us

Focus

Lazio: caccia allo scudetto delle…reti

Pubblicato

|

Lazio

La Lazio all’inseguimento della Juventus. Non è un’utopica rincorsa allo scudetto ma la classifica dei gol fatti: 55 per i bianconeri e 51 per i biancocelesti. Solo 4 reti di differenza quindi. Può la squadra di Pioli riuscire nel sorpasso in questa speciale graduatoria?

Felipe Anderson è il miglior realizzatore della Lazio con 9 reti.

Felipe Anderson è il miglior realizzatore della Lazio con 9 reti.

PERCHE’ SI PERCHE’ NO – La Lazio può farcela perché ha un gioiello come Felipe Anderson, capocannoniere dei capitolini con 9 reti. Importante l’apporto delle due punte Klose e Djordjevic, arrivati a 8 e 7 realizzazioni. Ma un grande contributo al bottino di gol biancoceleste arriva dal centrocampo: 8 Mauri, 6 Parolo e Candreva, 3 Lulic, 2 Biglia e uno Ederson (nel 4-2 con il Cagliari) per un totale di 26: davvero niente male. Nel confronto con la Juventus,al di là del re Tevez con 16 reti, ciò che balza subito all’occhio è che nella Lazio nessun difensore è riuscito a trovare la via della rete mentre Lichtsteiner, Bonucci, Caceres ed Evra hanno dato una mano alla causa bianconera per ben 7 volte risultando anche decisivi come nel caso di Juventus-Roma decisa da un gol di Bonucci. Altra differenza è la suddivisione tra i vari giocatori: 12 a 9 per la capolista.L’ undici di Allegri  appare più bravo sfruttare le palle da fermo ma con questo modo di giocare e questo ritmo i biancocelesti possono riuscire ad aggiudicarsi questo “scudetto”.

MEGLIO DELLA LAZIO SCUDETTATA – C’è un’altra cosa che statisticamente è davvero molto rilevante: questa Lazio, dal punto di vista realizzativo, sta facendo meglio addirittura della squadra che vinse lo scudetto che alla 28a giornata aveva realizzato due gol in meno di quella attuale. Felipe Anderson, Klose, Candreva e Mauri meglio di Veron, Salas, Stankovic e Mancini. Uguali invece le reti realizzati nella stagione 2000/2001. I paragoni col passato servono forse solo per fini statistici ma aiutano a capire la grande cavalcata che sta facendo la squadra di Pioli. Guai a fermarsi ora. Ci sono almeno due sorpassi da realizzare. E stavolta quello per il secondo posto è il più importante.

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending