Connect with us

Basket

Nba, risultati della notte: tra Warriors e Clippers è già clima Playoff

Pubblicato

|

Sfida da Playoff Nba tra Clippers e Warriors.

A comandare l’Nba sono sempre gli Splash Brothers. La coppia Curry-Thompson fa visita ai Los Angeles Clippers, e nella sfida tra californiane a ridere sono i dittatori di una Lega sempre più giallo-blù. Nel remake delle ultime Finals i San Antonio Spurs tornano in Texas con lo scalpo dei Miami Heat.. Bene per Marco Belinelli, autore di 6 punti davanti agli occhi di una tifosa d’eccezione: la tennista Sara Errani. Successi anche per Brooklyn e Detroit,  che abbatte nientemeno che la prima della classe ad Est, gli Atlanta Hawks.

Leonard protagonista nella notte Nba.

Leonard protagonista nella notte Nba.

I WARRIORS SEMPRE PIÙ SU – Derubricare questo Clippers-Warriors alla semplice definizione di “partita di Regular Season” sminuirebbe lo spettacolo offerto da due squadre già con la mente alla Post Season. Curry e Thompson fanno le prove generali in vista di quando i giochi si faranno duri, e producono la bellezza di 52 punti in due. Chris Paul non sta a guardare, e trascina i suoi al livello di quella che in questo momento è senza dubbio la più attrezzata macchina da guerra in circolazione. Griffin sotto canestro non è da meno, arrivando a quota 40 punti prima di incepparsi – un po’ come tutta LA – nell’ultimo quarto. L’ultima frazione è quella decisiva, e la concentrazione maggiore mostrata per tutto l’arco della gara fa pendere la bilancia per GS. Alla sirena è 106-110. Clima Playoff anche a Miami, dove gli Spurs provano a scalare qualche gerarchia e finire alla grande la stagione regolare. A deciderla è sempre Leonard (col prezioso aiuto di Parker), mentre Wade non basta a degli Heat orfani tra gli altri di Deng. Finisce 81-95 per San Antonio, nella quale anche il Beli trova un piccolo spazio (6 punti).

A SORPRESA DETROIT – Cade inaspettatamente Atlanta, colpita e affondata dalla serata di grazia di Drummond e dei Pistons, giunti al sesto successo in 8 gare senza Monroe. Gestione delle risorse titolare per gli Hawks, che ruotano uomini in continuazione per evitare inutili sprechi di energie psicofisiche. Il risultato è una vittoria prestigiosa per Detroit (95-105), e una sconfitta che rimanda il record di franchigia per Atlanta. Nell’ultima gara della notte Nba, i Brooklyn Nets si sbarazzano di Indiana per 111-106, e con la doppia doppia di Brook Lopez tornano in zona Playoff.

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending