Simone Viscardi
No Comments

Nba, risultati della notte: gli Spurs rialzano la testa, KOC Thunder

Gli Spurs dimenticano il Ko con Dallas distruggendo Oklahoma City, mentre Cavs e Blazers continuano la loro corsa. Malissimo gli italiani e il fattore campo

Nba, risultati della notte: gli Spurs rialzano la testa, KOC Thunder
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dovevano rialzarsi dopo la sconfitta di ieri coi Mavs, e l’hanno fatto. Pronto riscatto in Nba per i San Antonio Spurs, che nel rush finale in vista dei playoff ottengono uno scalpo prestigioso, liquidando nientemeno che gli Oklahoma City Thunder. Bene anche Cleveland – vincente contro Memphis – e Portland, serata da dimenticare invece per gli italiani. Scopriamo insieme tutte le gare della notte Nba.

Kevin Love e Lebron James, ali dei Cleveland Cavaliers

Kevin Love e Lebron James, ali dei Cleveland Cavaliers

SPURS DIVINI, RUSS TORNA SULLA TERRA – Per una notte Russell Westbrook non riesce a produrre cifre da marziano, e il potenziale offensivo di Okc ne risente parecchio. A festeggiare sono i San Antonio Spurs, scesi sul parquet in formato playoff, desiderosi di cancellare il derby perso ieri notte con Dallas. Parker è in una di QUELLE serate, e riesce a trascinare con sè anche Diaw e un sempre più in forma Leonard. Belinelli – neo 29 enne – chiude con 2 triple in 18 minuti, mentre gli Spurs vincono con un clamoroso 130-91. Vittoria autorevole anche per i Cleveland Cavs, capaci di uscire a testa altissima dal difficile palazzetto di Memphis. Love su Marc Gasol, Perkins su Randolph e i Grizzlies si ritrovano all’improvviso con la coperta cortissima. Davanti, poi, James e Irving saccheggiano barbaramente, e alla sirena è 89-111. Portland pone fine alla serie negativa di 5 sconfitte consecutive, abbattendo gli Utah Jazz grazie a 21 punti di Damian Lillard e al ritorno di Aldridge. Serve una rimonta nell’ultimo quarto ai Blazers, specialisti nel settore. Finisce 89-92 per la franchigia dell’Oregon.

LE ALTRE, ADDIO FATTORE CAMPO – I Los Angeles Lakers vincono a sorpresa, dopo un supplementare, 99-101 in casa di Minnesota, mentre anche Brooklyn (88-91 a Charlotte) e Atlanta (83-95 su Orlando) tornano a casa con un successo esterno. Vittoria in trasferta pure per gli Indiana Pacers, 101-103 a Washington, e i Chicago Bulls, autorevoli nel rifilare un 103-116 in Canada ai Raptors. Non poteva mancare Houston all’appello, e a farne le spese sono i New Orleans Pelicans (93-95). Crollo interno – con possibile addio ai playoff – per Phoenix, che cede il passo ai Sacramento Kings (99-108). Nottata da dimenticare per gli italiani, tutti sconfitti (Beli a parte). Ko per i Knicks di Bargnani (successo Clippers 80-111), per i Celtics di Datome (sconfitti da Miami 86-93) e per i Nuggets di Gallinari, clamorosamente battuti da Philadelphia, per 85-99.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *