Davide Terraneo
No Comments

Parma-Torino 0-2: incubo ducali, i granata rialzano la testa

Le reti di Maxi Lopez e Basha spingono gli emiliani sempre più nel baratro e permettono agli uomini di Ventura di reagire dopo il ko in Europa. Lucarelli espulso

Parma-Torino 0-2: incubo ducali, i granata rialzano la testa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Torna a vincere il Torino di Ventura, che dopo l’eliminazione in Europa League per mano dello Zenit San Pietroburgo di Villas Boas espugna il Tardini con le reti di Maxi Lopez e Basha e supera Milan e Genoa balzando al settimo posto. E pensare che l’inizio del match aveva sorriso ai ducali, apparsi subito vogliosi e padroni del campo, pur senza mai riuscire ad impensierire particolarmente Padelli. L’errore in contropiede dell’ex Nocerino e i cross pericolosi di Lila e Varela avevano messo paura ai piemontesi, che però riescono a passare in vantaggio al minuto 19 con la giocata di Maxi Lopez, che salta Lucarelli e infila Iacobucci per il gol dell’1-0. I ducali subiscono il colpo e perdono coraggio, diventando bersaglio delle occasioni granata, sui cui tentativi è spesso decisiva la difesa. Al 36′ Lucarelli stende da dietro Maxi Lopez ricevendo l’ammonizione: il capitano non ci sta e protesta con veemenza ai danni di Maurizio Mariani, che estrae il secondo giallo e lascia i padroni di casa in dieci. Il primo tempo si chiude tra i fischi del Tardini verso il direttore di gara, beccato ad ogni sua decisione. Nella ripresa Quagliarella prova a chiudere il conto, ma prima trova la risposta sicura di Iacobucci e poi spedisce fuori. Al 61′ Belfodil si rende protagonista di una grande azione, ma il suo tiro sbatte contro il palo e ritorna in campo, salvando la difesa granata. L’incontro perde intensità, almeno fino a quando Basha sfrutta il suggerimento di Molinaro per insaccare la rete del raddoppio, sigillando di fatto il primo successo esterno nel mese di marzo. Nell’ultimo quarto d’ora poche emozioni, con i granata che fanno girare il pallone e Moretti che salva con un’ottima diagonale quando Ghezzal si trova a tu per tu con Padelli. Nel recupero spazio anche per un intervento provvidenziale di Iacobucci sul tiro di Quagliarella, che deve rimandare l’appuntamento con il gol. Il Parma di Donadoni perde per l’ottava volta nelle ultime dieci gare di campionato, scivolando a 17 punti dalla zona salvezza. L’impressione è che neanche un miracolo potrebbe salvare i ducali dall’imminente retrocessione.

TABELLINO

FORMAZIONI:

Parma (3-5-2): Iacobucci 5,5, Costa 5,5, Lucarelli 4, Mendes 5,5; Varela 6,5, Nocerino 5,5 (68′ Galloppa 6), Jorquera 5, Lila 6 (77′ Palladino s. v.), Cassani 5,5; Belfodil 6,5, Coda 5 (67′ Ghezzal 5,5).   All. Donadoni 6

Torino (3-5-2): Padelli 6, Bovo 6, Glik 6, Moretti 7; Peres 5,5 (66′ Darmian 6,5), Benassi 5,5 (65′ Basha 7), El Kaddouri 6,5, Gazzi 6 (78′ Gonzalez s. v.), Molinaro 6,5; Maxi Lopez 7, Quagliarella 6,5.   All. Ventura 6,5

AMMONITI:

Lila, Cassani, Jorquera, Benassi, El Kaddouri.

ESPULSO:

Lucarelli al 36′ per somma di ammonizioni.

MARCATORI:

19′ Maxi Lopez, 72′ Basha

Migjen Basha, centrocampista del Torino, è stato tra i migliori in campo nella sfida di Parma

Migjen Basha, centrocampista del Torino, è stato tra i migliori in campo nella sfida di Parma

TOP:

MAXI LOPEZ 7 – L’argentino sigla subito il suo secondo gol in campionato e spiana la strada alla formazione granata. Bravo ad abbindolare Lucarelli, che comunque gli dà una mano, e ancora di più a freddare Iacobucci. Poi si mette a servizio della squadra.

BASHA 7 – Entra e chiude la partita. Cosa gli si potrebbe chiedere di più? Se il centrocampista continuerà a giocare in questo modo anche il ruolo di Benassi potrebbe essere messo in discussione: in meno di mezz’ora aiuta il Torino a gestire il match ed evita pericoli a Padelli.

VARELA 6,5 – L’immagine della sua partita è lo scatto di 60 metri per recuperare Peres quando il punteggio è già sullo 0-2. Partita generosissima e ricca di qualità, verrebbe quasi da chiedersi perché mai si trova in questo Parma.

BELFODIL 6,5 – Finalmente l’algerino mostra stralci del giocatore che aveva convinto l’Inter a puntare su di lui. La rete manca da quasi due anni, ma una splendida azione lo porta a colpire il palo e a far tremare i tifosi ospiti. Per il resto tanta corsa e impegno, manca solo il gol.

FLOP:

LUCARELLI 4 – Il capitano del Parma affossa la propria squadra con l’errore magistrale che permette a Maxi Lopez di andare a segno e con l’ingenuità dell’espulsione nel primo tempo. Per un combattente esperto come lui quest’ingenuità è inspiegabile, e finisce col penalizzare troppo gli uomini di Donadoni.

CODA 5 – Prestazione sottotono per la punta, che torna da un lungo infortunio e ha forse paura di ricascare nel baratro. Non riesce mai a rendersi davvero pericoloso pur avendo un paio di palloni interessanti, e lascia il posto ad uno spento Ghezzal.

JORQUERA 5- In mezzo al campo non ne combina una giusta, e sbaglia anche sui calci piazzati, quando potrebbe dare occasioni importanti ad un Parma che stenta a creare. Rimane troppo isolato dal gioco e la manovra ducale ne risente.

BENASSI 5,5 – Lontano parente del giovane che incantava il tifo granata. Lo schiaffo psicologico di San Pietroburgo lascia un livido vistoso sul centrocampista, che non riesce ad accendere la luce dei granata rimanendo in disparte. Risulta decisivo soltanto quando lascia il posto a Basha.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *