Gianpiero Farina
No Comments

Lazio, sesta vittoria consecutiva e allungo Champions

I biancocelesti battono 2-0 il Verona e allungano su Napoli e Fiorentina

Lazio, sesta vittoria consecutiva e allungo Champions
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La Lazio batte 2-0 il Verona e centra la sesta vittoria consecutiva. Decidono i gol di Felipe Anderson e di Candreva. Allungo  in classifica su Napoli e Fiorentina bloccate sul pari rispettivamente da Atalanta e Udinese.

PRIMO TEMPO – Pronti via e padroni di casa subito in vantaggio: Basta pennella un  cross dalla destra, Felipe Anderson colpisce di testa, la palla tocca il palo alla destra di Benussi e si infila in rete. Siamo al 5′. Il Verona reagisce subito e al 12′ sfiora il pari: su azione di calcio di punizione, Moras colpisce con il destro, la palla rimbalza su Parolo prima di colpire il palo e di essere smanacciata da Marchetti. La Lazio continua a macinare gioco e sfiora con una grande azione orchestrata dal trio Felipe Anderson-Biglia Klose ma il tiro del tedesco è bloccato da Benussi. La squadra di Pioli va vicinissima al raddoppio con Lucas Biglia ma il suo tiro a giro centra la traversa. Raddoppio che arriva nei minuti di recupero: bordata di Candreva su punizione ed ecco che il 2-0 è cosa fatta. Grandissimo gol dell’esterno della Nazionale. E l’Olimpico fa festa.

SECONDO TEMPO – Mandorlini prova a giocarsi le carte Brivio e Nico Lopez ma questo Verona è lontano parente di quello che ha battuto il Napoli. E allora è la Lazio che sfiora il terzo gol con una giocata pazzesca di Felipe Anderson che si fa tutto il campo e solo la traversa dice no alla doppietta del numero sette biancoceleste. Si rivede in campo Lulic, arma importante in questo finale di stagione. Pioli concede le ovazioni a Felipe Anderson e Klose,che lasciano spazio a Perea e Keita. Ed è proprio il giovane ex Barcellona a sfiorare il terzo gol nel finale. Ma va bene così. Il sorpasso non c’è stato ma chissà che l’appuntamento non sia solo rimandato.

COMMENTO – La Lazio vince da squadra matura giocando con intelligenza. Forse il punteggio poteva essere più ampio e i due legni lo dimostrano. Verona troppo rinunciatario e pericoloso in una sola occasione.

TABELLINO E PAGELLE NUMERICHE

LAZIO-HELLAS VERONA 2-0

Marcatori: 5′ Felipe Anderson (L), 47′ Candreva (L)

LAZIO (4-2-3-1): Marchetti 6,5; Basta 6,5, De Vrij 6,5, Mauricio 6,5, Radu 6,5; Biglia 7, Parolo 6,5; Candreva 7,5, Mauri 6 (73′ Lulic s.v.), Anderson 7.5  (85′ Perea s.v.); Klose 6,5 (79′ Keita s.v.). All.: Stefano Pioli. A disp.: Strakosha, Novaretti, Cana, Cavanda, Braafheid, Ledesma, Onazi, Cataldi, Ederson.

VERONA (4-3-3): Benussi 6; Martic 5,5 (53′ Brivio 6), Moras 5,5, Rodriguez 5, Pisano 5,5; Ionita 5 (85′ Campanharo s.v.), Obbadi 5,5, Tachtsidis 5 (58′ Nico Lopez 5,5); Christodoulopoulos 5, Toni 5, Hallfredsson 5. All.: Andrea Mandorlini. A disp.: Rafael, Gollini, Marques, Agostini, Sorensen, Greco, Valoti, Saviola, Fernandinho.

ARBITRO: Davide Massa

AMMONITI: Rodriguez (V).

TOP E FLOP LAZIO-VERONA

La Lazio batte il Verona 2-0. I festeggiamenti di Pioli, Felipe Anderson e Candreva,

La Lazio batte il Verona 2-0. I festeggiamenti di Pioli, Felipe Anderson e Candreva

TOP

CANDREVA 7,5 – Torna al gol dopo la sfida col Palermo. Una bordata su punizione che fa secco Benussi. Regala giocata d’alta scuola.

FELIPE ANDERSON 7,5 – Aggiunge al suo repertorio il colpo di testa. Sblocca la partita e sfiora il bis con una straordinaria azione personale. Spettacolare.

BIGLIA 7 – Perfetto direttore d’orchestra. Sfiora il gol ma la traversa glielo nega. Regista di alto livello.

FLOP

TONI 5 – E’ vero che ha pochissimi palloni giocabili ma è apparso davvero in ombra.

RODRIGUEZ 5 – Con Felipe Anderson, Candreva e Klose vive una notte da incubo.

Gianpiero Farina

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *