Sanda Urda
No Comments

Moto2, test Jerez: Lowes impone il suo ritmo

Finito l'ultimo turno di test precampionato per la classe intermedia a distanza di una settimana dalla prima gara 2015 in Qatar

Moto2, test Jerez: Lowes impone il suo ritmo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Esattamente un mese dopo il primo round andaluso, i test ufficiali IRTA tornano sul tracciato di Jerez de la Frontera per l’ultimo appuntamento di rifinitura in vista della prima gara del campionato 2015 che avrà luogo in Qatar tra una settimana. I test sono stati divisi in 9 sessioni di pista per la Moto2, tre per tre giorni. Sfortunatamente le condizioni climatiche hanno lasciato desiderare (freddo e pioggia quasi tutti i giorni, solo il pomeriggio del Day2 è stato parzialmente asciutto).

DAY1 – I protagonisti della classe intermedia non si risparmiano più di tanto e fino all’ultimo istante sfruttano il tempo a loro disposizione nonostante il freddo e la pioggia cercano di fermarli. Già terzo nella prima sessione del mattino, dopo aver saltato il secondo, Julian Simon (QMMF Racing), nell’ultima ora a disposizione ha segnato il miglior crono Moto2 della giornata (1’55″568). Lo spagnolo, insieme al suo team-mate Anthony West, ha usufruito di un nuovo telaio Speed Up. La piazza d’onore va alla Tech3 del tedesco Marcel Schrotter che chiude a tre decimi dal leader, precedendo la Kalex di Mika Kallio (Italtrans Racing). Il finlandese conclude a mezzo secondo da Simon migliorandosi costantemente nel corso delle tre sessioni.In quarta posizione troviamo Hafizh Syahrin (Petronas Raceline Mlaysia) che era primo nella sessione del’mattino. Il gap aumenta di oltre un secondo con il quinto crono di Randy Krummenacher (Jir Moto2) a sua volta 60 millesimi più veloce di Tito Rabat (Estrella Galicia O,O Marc VDS). Settimo Anthony West che precede Johann Zarco (Ajo Motorsport), vittima di una caduta nel pomeriggio. Florian Alt (Octo IodaRacing) entra di prepotenza nella Top Ten in sella alla sua Suter chiudendo davanti a Lorenzo Baldassarri (Athinà Forward Racing), primo degli italiani e ultimo pilota a scendere sotto il 1’58”.

DAY2 – Anche il secondo giorno non è stato risparmiato dal clima instabile che ha permesso un pomeriggio con pista parzialmente asciutta. Il miglior crono della giornata appartiene a Sam Lowes con la Speed Up (1’44″129) che stacca i suoi inseguitori di oltre 1″: prima il tedesco Jonas Folgher (AGR Team) e poi Thomas Luthi (Derendinger Interwetten). Quest’ultimo si è distinto nel pomeriggio quando insieme a Krummenacher hanno chiuso la prima fila virtuale dietro a Johann Zarco (Ajo Motorsport) che aveva chiuso Jerez1 con il miglior crono. Sempre oltre al Top Five anche nel Day2 il campione del mondo Moto2 in carica, Tito Rabat che nella seconda parte della giornata si è visto sorpassare dal rookie della categoria e suo team-mate, Alex Marquez. Spicca anche Franco Morbidelli che chiude la terza sessione del Day2 con un terzo crono .

DAY3- Non è andata meglio per quanto riguarda la condizione meteorologica a Jerez per la terza ed ultima giornata di test impedendo ai piloti e team di raccogliere dati sull’asciutto. In effetti, sui 31 piloti iscritti alla stagione 2015, soltanto 19 hanno girato in pista. Per effetto della combinata dei tempi, il migliore della giornata è Marcel Schrotter Tech3 con un crono di 1’55″243, circa un secondo più veloce di Julian Simon (QMMF Racing) e Mika Kallio (Italtrans Racing).

NELL COMPLESSO DELLE TRE GIORNATE– Il miglior crono appartiene a Sam Lowes con la Speed Up che stacca di oltre un secondo Jonas Folgher e Thomas Luthi.  In difficoltà Tito Rabat, mai realmente nella Top Five con eccezione in questo Day3 quando si è reso anche autore di una spettacolare caduta (senza conseguenze per lui fortunatamente ma la moto distrutta).

Oltre a Kalex, Speed Up e Tech3, arriva nella Top Ten dei crono anche la Suter grazie al tedesco Florian Alt (Octo IodaRacing). Il migliore tra gli italiani è il 19enne marchigiano Lorenzo Baldassarri (Athinà Forward Racing).

I tempi della Moto2 di Jerez2 2015

Sanda Urda

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *