Roberto Cusimano
No Comments

Primavera, 20.ma giornata: la Roma vince e convince, in attesa della sfida al Man City

I baby giallorossi, con la testa alla Champions, si sbarazzano del Frosinone con un netto 4-0 e volano al comando del Girone C. Nel Girone A la Fiorentina si aggiudica il big match contro la Juve

Primavera, 20.ma  giornata: la Roma vince e convince, in attesa della sfida al Man City
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Grandi emozioni ci ha regalato la 20^ giornata del Campionato Primavera, in tutti e tre i gironi ci sono stati piccoli cambiamenti nelle posizioni di testa e si è assistito, come capita settimanalmente, a bellissime partite decise spesso nei minuti finali. Nel Girone A la Juventus non è riuscita a stoppare l’inesorabile corsa della Fiorentina che in terra piemontese ha vinto in rimonta 3 a 2; nel Girone B il doppio incrocio giocato sull’asse Milano-Verona ha prodotto due pareggi per Milan e Inter; nel Girone C infine il pareggio del Bari ha permesso il riaggancio della Roma in classifica dopo la disfatta nel derby di due settimane fa.

GIRONE A – Sul proprio terreno la Juventus ha avuto l’occasione di cambiare le sorti del proprio campionato ma nei minuti finali della gara contro la Fiorentina se l’è fatta sfuggire. Dopo lo 0-1 viola dei primi minuti con Minelli, i bianconeri di mister Fabio Grosso erano riusciti a rimontare la gara con Clemenza e Macek ma nella ripresa hanno a loro volta subito la controrimonta della Fiorentina grazie all’ennesima prestazione da otto in pagella di Bangu (autore del 2 a 2 su rigore) e a pochi minuti dal termine rete decisiva di Petriccione che fa volare la squadra toscana a +10 sulla Juventus rimasta al quarto posto. Torino e Spezia invece, rispettivamente secondo e terza, hanno vinto le loro gare contro Modena (1-0) e Carpi (3-1). Nelle altre gare Parma – Genoa 1-0; Varese – Pro Vercelli 0-1; Trapani – Entella 0-2; Sampdoria – Bologna rinviata al 28 marzo. Il prossimo turno di campionato, che si giocherà il sabato di Pasqua (4 aprile), vedrà di fronte Torino e Spezia.

GIRONE B – Sia l’Inter che il Milan, appaiate in testa alla classifica, hanno pareggiato le loro gare contro Chievo e Verona ed entrambe per 2 a 2. Ai nerazzurri non è bastata la doppietta del giovane Bonazzoli, i clivensi infatti erano riusciti a rimontare lo svantaggio iniziale con Leris e Yamga ma poi non sono stati capaci di portare a casa il bottino pieno; stessa sequenza di reti nella gara del Milan con i rossoneri in vantaggio grazie a Vassallo, rimonta scaligera con Fares e Bearzotti e rete del definitivo pareggio (su rigore) di Di Molfetta. Dietro di loro, che ricordiamo hanno un largo margine rispetto alle inseguitrici, non ne approfitta il Cesena che invece di recuperare due punti ne perde uno a causa della sconfitta contro l’Udinese (3-1) ora quarto. Nelle altre gare Pescara – Cagliari 4-1; Cittadella – Atalanta 0-2; Brescia – Sassuolo 0-1; Perugia – Lanciano 0-0.

L'attaccante del Palermo La Gumina, autore di quattro reti nella gara contro l'Avellino

L’attaccante del Palermo La Gumina, autore di quattro reti nella gara contro l’Avellino

GIRONE C – Un po’ a sorpresa il Bari non va oltre il pari sul campo del Crotone (0-0) e permette così alla Roma di agganciarlo nuovamente al primo posto. I giallorossi, che avevano anticipato il loro match a causa dell’impegno importantissimo di oggi alle ore 18 contro il Manchester City nei quarti di finale della Youth Champions League, si erano facilmente sbarazzati del Frosinone (4-0) grazie alle reti di uno scatenato Sanabria (tripletta) e Pellegrini. Continua intanto anche la striscia positiva della Lazio, paragonabile a quella della prima squadra, i biancocelesti con il successo sul Latina per 1-0 sono al quarto successo di fila e si mantengono a due sole lunghezze dalla coppia di testa. Nelle altre gare Napoli – Catania 3-0; Palermo – Avellino 6-0 (da segnalare il poker di La Gumina); Ternana – Vicenza 3-3; Livorno – Empoli 2-3. Anche in questo girone la prossima giornata di campionato offre gare interessanti in chiave playoff, stiamo parlando di Catania-Lazio ed Empoli-Palermo.

Roberto Cusimano

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *