Fulvio Fontana
No Comments

F1: dittatura Hamilton, ma Vettel c’è. Le pagelle del GP d’Australia

I primi due posti gara mai in discussione, Vettel abilissimo a superare ai box Massa. Raikkonen fuori per un problema al pit-stop

F1: dittatura Hamilton, ma Vettel c’è. Le pagelle del GP d’Australia
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

In tanti avrebbero forse voluto che accadesse qualcosa di sportivamente singolare, curioso o imprevedibile per rendere il duello per la vittoria più pepato e avvincente: così non è stato, ma il primo Gp dell’anno a Melbourne ci è piaciuto. Vince Lewis Hamilton, primo dall’inizio al termine, capace di amministrare un esiguo vantaggio sul compagno di squadra Nico Rosberg (2°) e a rintuzzarne agevolmente i tentativi di rimonta scucendo giri record all’occorrenza, della serie ‘qui il più forte sono io e non ci provare’; sul 3° posto del podio ci va un concentratissimo e sorprendente Sebastian Vettel che ha preceduto la prima Williams di Felipe Massa (4°) grazie ad una serie di giri da qualifica inanellati durante il pit-stop del brasiliano (che lo precedeva prima del cambio gomme) e che gli hanno permesso di accumulare un vantaggio sufficiente per stargli davanti dopo il suo cambio di pneumatici. Ottimo il debutto di Nasr su Sauber (5°) che ha preceduto la prima e unica delle Red Bull al traguardo, quella di Ricciardo (6°). Peccato per l’altra Ferrari di Raikkonen costretta al ritiro dopo un problema verificatosi nel montaggio del mozzo posteriore durante il pit-stop e che forse è dipeso anche dal contatto multiplo che il finlandese ha avuto ad inizio gara (Vettel, Sainz e Nasr gli altri piloti coinvolti) con safety-car costretta al suo primo ingresso mondiale. Degne di nota le assenze in partenza di Bottas (problemi ala schiena), Kvyat (problema al cambio), Magnussen con il motore ko e Grosjean bloccato da fastidi alla sua vettura già nel giro di formazione. Infine Button: stoica la sua gara, con fatica, tanta fatica arriva alla bandiera scacchi da ultimo.

Vettel sul podio a Melbourne

Vettel sul podio a Melbourne

PAGELLE PILOTI:

Hamilton – E’ vero che ha la macchina più veloce, ma bisogna anche saperlo amministrare un bolide siffatto: contiene Rosberg quando prova ad avvicinarsi, vigile, cinico: la spietatezza dei più forti. VOTO 8

Vettel – Se non hai il mezzo più veloce devi inventarti qualcosa per stare davanti agli altri: compie giri da qualifica con gomme dure per tentare di superare Massa ai box. Ci riesce con astuzia e determinazione. Ottimo esordio con la Rossa. VOTO 7,5

Rosberg – C’è, diligente, sornione, per ora fa lo scolaro ubbidiente, ma prima o poi Nico farà i capricci. VOTO 7

Massa – Forse la sua Williams ha un pizzico in più della Ferrari, ma si è fatto beffare da un super Vettel. Distratto. VOTO 5,5

PAGELLE SCUDERIE:

Mercedes – Troppo facile ma cosi è: siderale, stellare. VOTO 10

Ferrari – Con Vettel dimostra di aver trovato il pilota giusto e di offrirgli strategie di gara che colmano il divario con le altre scuderie diverse dalla Mercedes. Peccato per Kimi. VOTO 8,5

Sauber – Un 5° e un 8° posto all’esordio mondiale! Strepitosi nel loro piccolo. Svizzeri. VOTO 8

ORDINE D’ARRIVO:

1. Ham 1:31.645 giri 58

2. Ros +1.3

3. Vet +34.5

4. Mas +38.1

5. Nas +95.1

6. Ric +1g

7. Hul +1g

8. Eri +1g

9. Sai +1g

10. Per +1g

11. But +2g

Ritirati: Rai, Ves, Gro, Mal, Kvy.

CLASSIFICA PILOTI E COSTRUTTORI:

Hamilton (25), Rosberg (18), Vettel (15), Massa (12), Nasr (10), Ricciardo (8), Hulkenberg (6), Ericcson (4), Sainz (2), Perez (1).

Mercedes (43), Ferrari (15), Sauber (14), Williams (12), Red Bull (8), Force India (7), Toro Rosso (2), McLaren (0).

Fulvio Fontana

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *