Simone Viscardi
No Comments

Verso Inter-Cesena, Mancini: “Non pensiamo al Wolfsburg”

Il tecnico dell'Inter pensa solo al match di domenica sera :" Prima del derby 4 partite decisive". Di Carlo detta la ricetta:"Concentrazione, coraggio e cuore"

Verso Inter-Cesena, Mancini: “Non pensiamo al Wolfsburg”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dimenticare il Wolfsburg per un paio di giorni, questo è l’imperativo dettato da Roberto Mancini alla vigilia di Inter-Cesena. Partita agevole solo sulla carta per i nerazzurri, che al di là degli ovvi pensieri al ritorno di Europa League, dovranno pensare anche a una formazione romagnola in gran forma e desiderosa di sgambettare un’altra big dopo la Juventus. Entrambi gli allenatori hanno voluto focalizzare la loro attenzione sull’aspetto motivazionale del match, ecco le loro parole della vigilia.

QUI INTER, TESTA AL CAMPIONATO – Il Mancio è consapevole che le prossime settimane saranno decisive per dare un senso o meno al rush finale di stagione della sua Inter. “Abbiamo quattro giorni dopo il Cesena per pensare a come ribaltare il risultato (col Wolfsburg, ndr). Adesso pensiamo alla partita di domani sera perché il Cesena è in un ottimo momento e per noi inizia un periodo importante.” Quattro partite prima del derby, con le sfide apparentemente agevoli con Cesena e Parma, e le trasferte complicate di Genova (sponda Samp) e Verona (Hellas). L’Europa League potrebbe insidiare la concentrazione dei suoi, ma Mancini è preoccupato anche per un altro aspetto, la stanchezza: “Il problema è legato soprattutto ai viaggi. Ma abbiamo giocatori giovani che possono recuperare in fretta. Domani analizzeremo le condizioni di ognuno ma non credo che cambieremo molto. Juan Jesus non giocherà perché è squalificato, valuteremo Medel e Palacio, che però mi sembra stiano abbastanza bene. Santon? Purtroppo non giocava da dieci mesi e da quando è arrivato qui sta scendendo sempre in campo. Normale sia un po’ appannato”. Dal punto vista tattico, probabili chance per Kovacic e Podolski, per dare fiato a Shaqiri e Palacio, mentre in difesa potrebbe debuttare Felipe. Ancora parole al miele per Carrizo :”Non ha nessuna colpa, i portieri sbagliano come tutti” e Vidic :”Deludente? Nessuno mi ha deluso, perché nel calcio ci sta di sbagliare”

Mimmo Di Carlo, allenatore del Cesena

Mimmo Di Carlo, allenatore del Cesena

QUI CESENA, LA RICETTA DI CARLO –  Tre parole chiave per il Cesena, parola di Mimmo Di Carlo :”Contro l’Inter serviranno concentrazione, coraggio e cuore“. Grande rispetto un avversario “Che sta cercando di cambiare la mentalità, alterna risultati buoni a brutte prestazioni, ma che vorrà cancellare la sconfitta di coppa“. Guardando ai suoi ragazzi, l’ex tecnico del Chievo ha le idee chiare su cosa vorrebbe vedere in campo :”Mi aspetto molto dal Cesena, voglio una squadra più decisa, soprattutto nell’atteggiamento. Il nostro obiettivo è migliorare fuori casa, aumentando i ritmi e avendo meno timore degli avversari”. La compattezza mostrata dal Cesena nelle ultime partite fa ben sperare l’allenatore :”Abbiamo le caratteristiche per fare male agli avversari

PROBABILI FORMAZIONI –

INTER (4-3-1-2): Handanovic; Santon, Ranocchia, Andreolli, D’Ambrosio; Guarin, Kuzmanovic, Brozovic; Kovacic; Icardi, Podolski. All. Mancini
CESENA (4-3-1-2): Leali; Perico, Capelli, Krajnc, Magnusson; Giorgi, Mudingayi, Pulzetti; Brienza; Defrel, Djuric. All. Di Carlo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *