Marco Scipioni
No Comments

Verso Atalanta-Udinese: conferenze e probabili formazioni

Le loro dichiarazioni della vigilia

Verso Atalanta-Udinese: conferenze e probabili formazioni
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Sono da poco terminate le conferenze stampa degli allenatori di Atalanta e Udinese, Edy Reja e Andrea Stramaccioni, in vista della partita di domani che vedrà contrapporsi le due squadre. Ecco le parole dei due tecnici, a partire dal tecnico dei bergamaschi.

Reja in conferenza

Reja in conferenza

CONFERENZA STAMPA DI EDY REJA:

Il tema iniziale della conferenza verte sull’esordio all’Atleti Azzurri d’Italia dell’allenatore friuliano, quelle che saranno le sue emozioni e la prospettiva di poter ottenere un buon risultato. Ecco le parole dell’ex allenatore della Lazio: “Sarà una partita importante ed emozionante, mettere il primo passo nel nuovo stadio è sempre particolare. Mi auguro di fare un buon esordio, per il bene della squadra. So benissimo che sarà una gara difficile perchè l’Udinese ha ottimi calciatori: il nostro compito sarà di non concedere ripartenze e soprattutto di non andare in svantaggio, perché poi loro si chiudono”.

In seguito l’attenzione torna sulla partita precedente contro il Parma, terminata in pareggio. Questa la risposta del tecnico neroazzurro: “Con il Parma non abbiamo giocato da Atalanta, ma venivamo da una settimana particolare. Negli ultimi giorni ho visto i ragazzi più tranquilli, sappiamo di dover partire dal risultato per reagire e combattere. Anche dal punto di vista tattico. Contro il Parma siamo stati lenti, molli: la squadra era bloccata, forse c’era un po’ di paura, timore. Ci è mancata la convinzione nei nostri mezzi.

Non poteva mancare la domanda sull’alternanza tra Denis e Pinilla, e Reja, con grande esperienza e diplomazia, replica così: “Non c’è un titolare, io credo che in ogni squadra ci debbano sempre essere due giocatori per ruolo, così quando uno non è in forma può giocare l’altro: domani Denis sarà titolare. E’ un attaccante che se trova la condizione può fare davvero bene, la fiducia in lui c’è”.

Infine l’ultima questione posta all’ex allenatore del Napoli riguarda il possibile modulo che verrà adottato e il mister svela i piani futuri: “Per la partita vorrei tenere gli stessi undici di Parma, con il cambio in avanti: voglio che tutti siano al cento per cento. Ci potrebbe essere un cambio di modulo, in settimana abbiamo provato il 4-2-3-1 e il 4-3-3. Li potremmo utilizzare entrambi, cambiando a partita in corso. La nostra priorità è di vincere in casa, il nostro stadio deve essere il nostro fortino. A Bergamo tutti devono avere vita difficile, in particolare da qui alla fine del campionato”.

CONFERENZA STAMPA DI ANDREA STRAMACCIONI:

Conferenza stampa subito incentrata sull’ambiente e la voglia di riscatto che mostrerà l’Atalanta nella gara di domani e l’allenatore bianconero non nasconde alcuni suoi timori che esprime liberamente: “Conoscendo l’ambiente, il valore degli avversari e l’esperienza di mister Reja sarà una battaglia, una gara dai toni agonistici alti. Per noi è un test importante per confermare l’approccio visto domenica e mettere in campo un atteggiamento giusto. Credo che debba andare in campo una squadra aggressiva e non passiva, per non commettere l’errore grave di Cesena.

L’ex tecnico dell’Inter risponde anche alle partite in cui la sua squadra ha deluso le attese e coglie l’occasione per spronare i suoi a fare meglio: “Noi vogliamo fare punti anche se troveremo un ambiente molto caldo. Ogni volta che abbiamo abbassato la fame e l’aggressività, abbiamo fatto prestazioni che non ci sono piaciute. Parleremo di altri discorsi rispetto alla salvezza quando ci supporterà l’aritmetica. La classifica non è spiacevole, abbiamo una gara in meno, ma non bisogna mai abbassare l’attenzione. Le cose possono cambiare velocemente, come purtroppo già ci è successo”.

Infine era doverosa la domanda riguardante Antonio Di Natale e sul suo possibile impiego nella gara di domani: Sta benissimo, parlo con lui ogni giorno ed è una cosa che mi riserverò di decidere domani: è un dubbio che mi porto dietro”.

PROBABILI FORMAZIONI ATALANTA-UDINESE:

ATALANTA (4-2-3-1): Sportiello; Bellini, Stendardo, Benalouane, Dramè; Carmona, Cigarini; Emanuelson, Moralez, Gomez; Pinilla. All.: Reja

UDINESE (3-5-1-1): Karnezis; Wague, Danilo, Piris; Widmer, Allan, Pinzi, Guilherme, Gabriel Silva; Kone; Thereau. All.: Stramaccioni

Marco Scipioni

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *