Matteo Masum
No Comments

Ancelotti-Milan, cinque motivi per un sì

A Madrid non lo vogliono più. A Milano lo riaccoglierebbero a braccia aperte

Ancelotti-Milan, cinque motivi per un sì
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Ancelotti Real Madrid finale Champions League

Ancelotti torna al Milan?

È noto a tutti che Madrid sia una piazza difficile per gli allenatori. Ne sanno qualcosa Capello e Schuster, entrambi esonerati dopo aver vinto il campionato, e lo stesso Pellegrini, finito solo secondo con “soli” 96 punti conquistati. Carlo Ancelotti, dopo una stagione culminata dalla vittoria della Champions League, ma anche della Coppa del Re, rischia di venire estromesso dalla panchina dei Blancos a causa di un periodo non facile. I rapporti con la tifoseria e la dirigenza sono ai minimi termini, e la possibilità che Carletto torni ad allenare nel nostro paese sono discrete. Il Milan, alla caccia di un top allenatore per ripartire, rappresenterebbe una scelta gradita per l’attuale tecnico del Real.

UN AFFETTO RADICATO– Innanzitutto, tra i rossoneri ed Ancelotti vi è un profondo legame, frutto di cinque anni di militanza da giocatore e di otto da allenatore, oltre ai numerosi titoli vinti. I tifosi amano Carletto, e sarebbero ben felici di riabbracciarlo. Anche con la società il rapporto è eccellente, e dunque, nonostante uno stipendio importante percepito a Madrid, non ci sarebbero troppi problemi a trovare un accordo con la dirigenza rossonera.

NUOVE SFIDE– In terzo luogo, dopo aver vinto tutto, Ancelotti potrebbe mettersi nuovamente in gioco, tentando di riportare il Milan agli antichi fasti. Una sfida non facile, ma assolutamente alla portata di uno dei più grandi allenatori della storia.

IL MERCATOCon Mancini all’Inter, sono arrivati in Italia giocatori importanti, stimolati dalla possibilità di essersi allenati da un tecnico del suo calibro. Stesso discorso potrebbe valere per Ancelotti, che consentirebbe al Milan di effettuare un buon mercato pur senza spendere eccessivamente, poiché la sua sola presenza rappresenterebbe già un motivo in più per vestire rossonero. Infine, ne beneficerebbe la Serie A, che dopo Mancini, ritroverebbe un allenatore di livello internazionale.

Insomma, gli ingredienti per un matrimonio tra Ancelotti ed il Milan ci sono tutti. Madrid permettendo.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *