Roberto Cusimano
No Comments

Roma-Luiz Adriano: questo matrimonio s’ha da fare

L'attaccante brasiliano, già cercato dai giallorossi a gennaio, dovrebbe essere il primo rinforzo del mercato estivo. Condizione utile, ma non essenziale, è il riscatto di Destro da parte del Milan

Roma-Luiz Adriano: questo matrimonio s’ha da fare
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

L’asse Roma – Milano ha caratterizzato la sessione di mercato invernale e con tutta probabilità sarà così anche nella prossima sessione estiva. Per i pochi che non lo sapessero il Milan, che precedentemente aveva ceduto Fernando Torres all’Atletico Madrid aveva concentrato le sue attenzioni su Mattia Destro che, trovando poco spazio alla Roma, dopo averci pensato qualche giorno decise di accettare il corteggiamento fatto in prima persona da Galliani e trasferirsi al Milan in prestito con diritto di riscatto. I giallorossi per tutto il mese di gennaio avevano cercato un attaccante, un vero numero 9 capace di segnare quegli otto/dieci gol che potevano permettergli di competere con la Juventus e contenderle lo Scudetto. Il nome in cima alla lista dei desideri era quello di Luiz Adriano, attaccante brasiliano dello Shakthar Donetsk autore di ben 15 reti in 23 presenze (di cui 9 in Champions). Il Presidente del club ucraino però a gennaio pretendeva ben 20 milioni e, per non perdere una pedina fondamentale del suo attacco anche in ottica ottavi di Champions, bloccò il trasferimento dell’attaccante. La Roma il 31 gennaio attuò così il “piano B” e acquistò per la modica cifra di 14 milioni e mezzo un altro attaccante proveniente dall’Est Europa, Seydou Doumbia. L’ivoriano dopo essere tornano insieme a Gervinho da vincitore della Coppa d’Africa non è riuscito ad ambientarsi nel nostro campionato e finora ha collezionato solo tre presenze senza mai lasciare il segno.

Mattia Destro, il suo futuro al Milan non è così scontato

Mattia Destro, il suo futuro al Milan non è così scontato

LA QUESTIONE DESTRO – Nemmeno la mossa del Milan finora ha dato i frutti sperati con Destro che ha giocato cinque gare con i rossoneri e ha realizzato una rete (nel pareggio in casa contro l’Empoli) poi sono seguite una serie di prestazioni altalenanti dovute anche alle prestazioni decisamente sottotono dell’intera squadra di Inzaghi. Sia lui che Cerci dovevano rinforzare il Milan e permettergli di puntare all’Europa ma finora la classifica dice tutt’altro. Se però l’ex granata è arrivato dall’Atletico Madrid in prestito per 18 mesi, la questione Destro è diversa con il Milan che potrebbe decidere di non riscattarlo nel caso in cui da qui alla fine del campionato non rimanesse convinto del suo apporto alla squadra. Ecco qui il nuovo collegamento con la Roma: se i rossoneri decidono di esercitare il diritto di riscatto dovranno versare 16 milioni ai giallorossi che investirebbero su Luiz Adriano (il suo costo si aggira sui 12 milioni), caso contrario la Roma dovrà modificare le proprie strategie di mercato per portare il brasiliano nella Capitale. Sul fronte attaccanti Totti, Gervinho e Iturbe non sono in discussione, Ljajic è l’attaccante che ha più mercato e potrebbe essere venduto, se dovesse tornare Destro il suo destino sarebbe probabilmente lontano da Roma così come quello di Ibarbo. Il futuro di Doumbia rimane attualmente un mistero, ha ancora dodici gare per dimostrare il suo valore. Una cosa è sicura: in casa Roma urge una piccola rivoluzione, l’anno prossimo Garcia non potrà più sbagliare e oltre le parole dovrà dimostrare che la Roma è da Scudetto con i fatti.

Roberto Cusimano

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *