Giuseppe Landi
No Comments

Éder Citadin italiano: Conte lo porta in azzurro?

Dalla serie "Sì, se puede". Anche a 28 anni...

Éder Citadin italiano: Conte lo porta in azzurro?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Non ha mai vestito la maglia della Nazionale brasiliana, l’attaccante della Sampdoria, Éder. Ma presto, potrebbe vestire quella azzurra. Classe ’86, 28 anni, ma non è mai troppo tardi, soprattutto per un attaccante che in questa stagione ha già messo a segno ben 11 reti in 25 presenze, trascinando la Sampdoria a ridosso della zona Champions League.

Negli ultimi mesi sono tanti gli oriundi che il Ct Conte ha adocchiato: Dybala, che poi ha scelto i colori della sua Argentina – pur non avendo ricevuto ancora la chiamata del ‘Tata’ Martino -, Vazquez, pronto a dire sì ad un’eventuale chiamata dell’ex tecnico della Juventus, ora Éder.

Una vita trascorsa sui campi di provincia, Empoli, Frosinone, ancora Empoli, Brescia e Cesena, prima dell’arrivo a Genova nel gennaio 2012. Contribuisce a riportare la Samp in Serie A, dove si afferma anche come singolo giocatore, grazie soprattutto a Sinisa Mihajlovic, capace di esaltare le sue doti tecniche in un contesto di gioco ben preciso. I tifosi se lo tengono stretto, tengono quasi più a lui che a Samuel Eto’o e Muriel, i due nuovi arrivati. Ora potrebbero aprirsi le porte della Nazionale, quella azzurra. Un’intera Nazione, non solo la Genova blucerchiata, potrebbe fare il tifo per lui, a sua volta pronto a ringraziare per averlo adottato sin da quando aveva 19 anni.

Dalla serie “Sì, se puede”. Anche a 28 anni.

@PepLandi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *