Redazione

Inter, il futuro è luminoso: stadio, azionista di minoranza e…Mudingayi

Inter, il futuro è luminoso: stadio, azionista di minoranza e…Mudingayi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dalla Cina i soldi per lo stadio e l'azionista di minoranza con Moratti presidente

MILANO, 19 LUGLIO – Inter divisa in due, tra presente e futuro. Il presente è quello che sta vivendo con entusiasmo Gaby Mudingayi, in arrivo dal Bologna con la formula del prestito con diritto di riscatto fissato a 750 mila euro. Il futuro parla sempre più cinese con un Moratti che, secondo il Corriere della Sera, avrebbe allacciato dei contatti importanti con Meng Fengchao, presidente della China Railway Construction Corporation: l’obiettivo prefissato è la costruzione dello stadio di proprietà.

MUDINGAYI NERAZZURRO – E’ la giornata di Mudingayi. Secondo quanto riferisce Sky Sport, il centrocampista belga effettuerà in giornata le visite mediche e firmerà un contratto che lo legherà all’Inter fino al 30 Giugno 2014. Il giocatore arriva con la formula del prestito, 750 mila euro, con il riscatto fissato alla medesima cifra, se il giocatore dimostrerà la sua estraneità dall’inchiesta sul calcio scommesse.

AZIONISTA DI MINORANZA E STADIO – L’Inter riscuote parecchio interesse in Cina. Il presidente Moratti vorrebbe sfruttare questo fattore per far entrare all’interno della società un azionista di minoranza, ma non solo. Il viaggio di lavoro di fine Maggio ha aperto all’orizzonte la possibilità di costruire uno stadio di proprietà: i colloqui con la China Railway Construction Corporation sono già avviati, ma i tempi di realizzazione non saranno comunque brevi: si andrà oltre il 2015.

Michele Lestingi

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *