Roberto Cusimano
No Comments

Cesena-Palermo 0-0: nel lunch match prevale la noia

Pochissime emozioni al "Manuzzi" tra rosanero e bianconeri, che hanno fatto davvero poco per vincere e vedono così svanire i loro rispettivi obiettivi di classifica

Cesena-Palermo 0-0: nel lunch match prevale la noia
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Si è concluso con uno scialbo 0-0 l’anticipo delle 12:30 della 26^giornata di Serie A tra Cesena e Palermo. Al “Dino Manuzzi” si sono affrontate due squadre con obiettivi ben diversi ma che sul campo si sono quasi accontentate di portare a casa un punticino rischiando poco o niente. Diversamente dalla settimana scorsa quando il pareggio, sempre per 0-0, era stato un punteggio assolutamente bugiardo per la mole di gioco costruita dai rosanero, questa volta la coppia Vazquez-Dybala è apparsa decisamente sottotono con il numero 9 che non ha mai avuto occasione per impensierire Leali. Comunque se da un lato bisogna registrare l’assenza di reti in fase di attacco per il Palermo, c’è anche da premiare il fatto che la porta di Sorrentino è rimasta ancora una volta imbattuta. D’altra parte ci si aspettava qualcosa in più anche dai romagnoli che potevano scavalcare il Cagliari in classifica e invece hanno fatto poco per poter vincere il match.

LA CRONACA – C’è poco da raccontare, poiché come già detto la gara è stata priva di sussulti  degni di nota. Le due squadre si erano schierate entrambe con un 4-3-2-1 con Dybala da una parte supportato da Quaison e Vazquez; mentre per la squadra di casa Djuric supportato da Brienza e Defrel, due calciatori che rappresentano rispettivamente il passato e il futuro (forse) della squadra siciliana. Un’occasione buona capita nei piedi di Defrel ad inizio gara ma il suo tentativo di calcio viene stoppato da un grande recupero di Vitiello che evita il peggio. Intorno al 25′ si fa vedere Dybala con un tiro da fuori, decisamente velleitario. Poco prima della fine del primo tempo proteste bianconere per una caduta in area di Defrel ma l’arbitro, giustamente, lascia proseguire. La ripresa offre ancora meno rispetto ai primi 45 minuti e nemmeno i cambi operati da Iachini e Di Carlo riescono a far sbloccare una partita che lentamente volge al termine verso il risultato di 0-0. Palermo che manca il sorpasso alle milanesi e rimane al decimo posto con 35 punti, Cesena che a sua volta fallisce il sorpasso al Cagliari e lo aggancia solamente a quota 20 punti.

Tabellino del match e pagelle:

CESENA (4-3-2-1): Leali 6; Perico 5,5 , Lucchini 6 , Kranjic 6 (Volta 49′  6), Magnusson 5,5 ; Giorgi 5,5 (Pulzetti 75′  5,5), De Feudis 6, Mudingayi 5,5; Brienza  6, Defrel  5,5 (Rodriguez 65′  5,5); Djuric  5.  Allenatore: Domenico Di Carlo 6

PALERMO (4-3-2-1): Sorrentino 6; Vitiello 6,5 , Terzi  6, Andelkovic  6, Daprelà  5,5; Rigoni  6, Barreto 5,5  (Cochev 89′  s.v.), Jajalo 5,5 (Maresca 60′  6); Quaison  5 (Belotti 64′  5), Vazquez  6; Dybala  6.  Allenatore Giuseppe Iachini 6

Arbitro: Luca Banti 6

Ammoniti: Jajalo e Barreto (P), Giorgi (C)

Top & Flop:

TOP:

VITIELLO 6,5 – Scegliamo il ragazzo ex Siena per premiare un po’ tutta la difesa rosanero che anche oggi è stata impeccabile. Decisivo il suo intervento nel primo tempo che ha evitato a Defrel di realizzare l’1-0, l’andamento della gara sarebbe di sicuro cambiato

DE FEUDIS 6 – Prestazione decisamente positiva del centrocampista del Cesena alla prima stagione in A. Preciso e puntuale, il migliore nel suo reparto.

FLOP:

DJURIC 5 – Oggi assente, o quasi. Ha spizzato solo qualche pallone per i propri compagni ma da lui ci si aspetta qualche gol in più.

BELOTTI 5 – Entrato a metà ripresa il “Gallo” non ha lasciato il segno, anche lui si è visto poco e niente. Se vuole trovare più spazio in squadra in giornate del genere dove Dybala e Vazquez non lasciano il segno, lui deve quantomeno provarci e oggi non ci ha nemmeno provato.

Roberto Cusimano

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *