Giuseppe Landi
No Comments

Inzaghi, il rosario non basta: Nico Lopez beffa il Milan al 95′

Ai rossoneri non basta un grande Mexes. Ora Inzaghi rischia l'esonero

Inzaghi, il rosario non basta: Nico Lopez beffa il Milan al 95′
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Un 2-2 che sa di sconfitta per il Milan, di vittoria per il Verona di Mandorlini. Un risultato che salva il tecnico degli scaligeri da un possibile ribaltone in panchina, ma che potrebbe non risparmiare Inzaghi, accusato nel finale dai tifosi rossoneri per delle sostituzioni insensate.

ROSARIO O NO, IL MILAN E’ SEMPRE QUESTO – E’ il solito Menez ad accendere la luce per il Milan: il primo pericolo per la difesa del Verona al 7′, quando entra in area, cade sul terreno di gioco, ma l’arbitro lascia proseguire. Menez vs Verona. Al 13′ ci provano gli scaligeri con Sala, palla che sfiora il palo alla destra di Diego Lopez. Al 17′ ingenuità di Muntari, che commette fallo in area, dal dischetto Toni glaciale: è 0-1. I rossoneri reagiscono, Mexes ci prova al volo su azione di corner, Benussi blocca sicuro. Al 41′, dopo aver rischiato di andare sotto di due reti con una conclusione del rumeno Ionita respinta da Diego Lopez, il difensore francese si guadagna un penalty, trasformato dal solito Menez. Nella ripresa, pronti via e il Milan si porta avanti, su una mischia risolta da Mexes. La squadra di Inzaghi tiene palla, ma non riesce a chiudere la gara: allora SuperPippo non vuole rischiare e butta nella mischia Bocchetti, passando alla difesa a 5. Scelta suicida, perchè al 95′ Nico Lopez gela San Siro e forse esonera Inzaghi.

Mexes, uno dei migliori in campo in Milan-Verona

Mexes, uno dei migliori in campo in Milan-Verona

TABELLINO E PAGELLE NUMERICHE:

Milan (4-3-3): Diego Lopez 6; Bonera 6, Paletta 6, Mexes 6.5, Antonelli 6; Poli 6, Muntari 3, Bonaventura 6; Cerci 5 (18′ st Honda 5.5), Menez 6.5 (45’+2′ st Destro S.V.), Pazzini 5.5 (32′ st Bocchetti 5). A disp.: Abbiati, Gori, Abate, Mastalli, Van Ginkel, Essien, Suso. All.: Inzaghi 4

Verona (4-3-3): Benussi 6; Sala 6, Marques 6 (5′ st Rodriguez 6), Moras 6, Pisano 5.5; Ionita 6, Tachtsidis 6.5, Hallfredsson 6 (17′ st Obbadi 6); Gomez 5.5, Toni 6, Jankovic 5 (34′ st Lopez 6.5). A disp.: Rafael, Sorensen, Saviola, Greco, Lazaros, Campanharo, Agostini, Fernandinho, Martic. All.: Mandorlini 6.5

Arbitro: Giacomelli

Marcatori: 18′ rig. Toni (V), 41′ rig. Menez (M), 2′ aut. Tachtsidis (V), 45’+5′ st Lopez (V)

Ammoniti: Poli (M), Ionita, Hallfredsson, Lopez (V)

TOP&FLOP DI MILAN-VERONA 2-2

TOP

MEXES 6.5 – Torna in campo dopo la maxi squalifica, e ‘rischia’ di essere decisivo grazie ad una grande prestazione, nonostante la colpa sul gol subito nel finale sia anche sua. Il francese si guadagna prima il calcio di rigore del pareggio, poi segna il gol del vantaggio. Chissà, magari se avesse la testa…

TACHTSIDIS 6.5 – E’ lui il punto di riferimento in mezzo al campo per gli scaligeri. Distribuisce numerosi palloni per i compagni, sfiorando anche il gran gol con il suo piede debole, quando estrae dal cilindro un bolide che si schianta sulla traversa. Sfortunato, così come sul 2-1 degli avversari.

FLOP

MUNTARI 3 – Commette un fallo all’interno dell’area da sostituzione istantanea, regalando agli avversari il vantaggio. Lento e macchinoso, mai in grado di bloccare gli attacchi del Verona, palloni orizzontali. In estate potrebbero non volerlo neanche gli USA.

INZAGHI 4 – Lancia dal 1′ Mexes e Pazzini, e la prestazione, soprattutto del francese, gli dà ragione. Poi la sostituzione, no sense. Bocchetti al posto di Pazzini e difesa a 5. Risultato? Gol subito a difesa schierata al 95′. Incommentabile la scelta di schierare Muntari, ancora più grave la motivazione (“Per la sua personalità”). Avrà il tempo per svegliarsi?

@PepLandi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *