Vincenzo Galdieri
No Comments

Llorente, il risveglio del Re Leone: ora la Juve ha un’arma in più

L'esplosione di Morata ed un Tevez in formato mondiale lo hanno letteralmente oscurato, ma Fernando Llorente si sta riprendendo la scena. Piano piano, con la voce che sale di tono

Llorente, il risveglio del Re Leone: ora la Juve ha un’arma in più
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Morata Juventus e Llorente giocheranno con il Cesena per la prima volta insieme

Morata e Llorente, il duo spagnolo che prova a far sognare la Juventus

L’attenzione è tutta su di lui, Alvaro Morata, il nuovo fenomeno bianconero. Come è giusto che sia, perchè l’esplosione – preventivata dai più esperti – dello spagnolo ex Real è una notizia splendida per la Juve formato Europa di quest’anno. Il nuovo niño bianconero si è preso la scena a suon di gol e prestazioni da jugador global, capace di tenere in scacco da solo l’intera difesa del Borussia Dortmund, giusto per dirne una, e di riuscire nel contempo ad aiutare la squadra in tutte le fasi di gioco. Detto di lui, e detto del Tevez migliore della storia – stagione pazzesca quella dell’argentino – è chiaro che per gli altri attaccanti lo spazio si riduce. Competere con due cosi’ è difficile. Ma nel frattempo, dietro i due top bianconeri, qualcuno si sta risvegliando. Qualcuno che fino a qualche mese fa segnava gol a raffica. Qualcuno che era difficile anche soltanto pensare di veder confinato in panchina, ma le vie di Max Allegri – camaleontico all’inverosimile nella gestione di uomini e moduli – si sono rivelate più infinite del previsto. Quel qualcuno è Fernando Llorente, El Rey Leon. Che piano piano, ricomincia a fare la voce grossa.

LLORENTE ESTA’ DE VUELTA – Sta tornando, Fernando Llorente. Sono i numeri a dirlo: nelle ultime due uscite da titolare, due gol. Che non bastano per riprendersi il posto da titolare, ma sono sufficienti per restituirgli morale e fiducia. Llorente è senza dubbio nella sua stagione più difficile – esclusa l’ultima al Bilbao, dove era però giustificato dal fatto di vivere da separato in casa e dagli infortuni – ma sembra stia tornando prepotentemente in scena. E sarebbe una grande notizia per la Juve, che ora più che mai ha bisogno dell’apporto di tutti i suoi campioni.

TOP TEAM – Il fatto che uno come Llorente, profilo di livello internazionale, sia oggi considerato alla stregua di una seconda scelta in casa Juventus, dà la misura di come i bianconeri si stiano passo dopo passo avvicinando alla tanto agognata dimensione di Top Team. Europeo, sia chiaro, perchè in Italia trionfi e domini si sprecano ormai da quasi un lustro. La Champions League è il vero grande pallino del popolo campione d’Italia, stanco di assistere ad uscite premature e figure non consone al blasone della Juventus. Questo può essere l’anno buono per fare più strada possibile, poi que sera sera. Con un attacco cosi, porsi limiti è peccato. 

Vincenzo Galdieri 

@Twitter – @Vince_Galdieri

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *