Antonio Casu
No Comments

Verso Sampdoria-Cagliari: le parole della vigilia e le probabili formazioni

I genovesi cercano continuità dopo il successo di Bergamo, i sardi vogliono i tre punti

Verso Sampdoria-Cagliari: le parole della vigilia e le probabili formazioni
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Gianfranco Zola, tecnico del Cagliari impegnato nella lotta salvezza

Gianfranco Zola, tecnico del Cagliari. La sfida con la Sampdoria sarà decisiva per il suo futuro

Rispetto, prima di tutto. La Sampdoria sarà impegnata domani alle 18 con il Cagliari nel primo anticipo della 26esima giornata di Serie A, vive un momento completamente diverso rispetto agli avversari, ma non farà l’errore di sottovalutarli. I sardi si presenteranno al Marassi con il coltello tra i denti, determinati nel voler riscattare la disfatta col Verona. Mihajlovic si gioca l’Europa, Zola la faccia. Per un sabato, la classifica, gli assenti e le polemiche non incideranno: sarà una sfida a viso aperto, un po’ come accadde all’andata (finì 2-2 dopo una clamorosa rimonta dei sardi), quando sulla panchina del Cagliari sedeva ancora Zdenek Zeman.

LE PAROLE DI MIHAJLOVIC – Nel corso della conferenza stampa della vigilia, Mihajlovic ha sottolineato l’importanza dell’incontro: “Cagliari è partita che può sembrare facile ma può diventare difficilissima se affrontata nella maniera sbagliata. Ai sardi mancano degli infortunati, come Sau, ma possono rimanere in A. Siamo più forti e giochiamo a casa nostra, dobbiamo vincere. Dobbiamo ripartire dal secondo tempo di Bergamo, non vorrei andare di nuovo in svantaggio domani perché mi farebbe arrabbiare. Le prime sei gare di andata abbiamo fatto 14 punti, ora solo sei perciò ci servono questi tre punti anche per affrontare più tranquilli le prossime gare. Il Cagliari gioca bene, al di là della posizione di classifica. Non ha raccolto quanto fatto sul campo, sarà una partita difficile. Finché una delle due non sblocca il risultato sarà equilibrata, poi si vedrà. Dobbiamo giocare come sappiamo e come fatto nel derby e nel secondo tempo di Bergamo”. Il serbo non si sbottona sulla formazione: “Problemi di abbondanza? No, purtroppo non prossimo giocare in 12 o 13, sceglieremo sempre l’11 migliore ma sono tutti giocatori che hanno dimostrato che quando giocano hanno lo spirito giusto. Le mie scelte le dovrò fare e le faccio per il bene della Samp, magari qualcuno non gioca ma poi gioca quella dopo. Quanti dubbi ho? Tre. Eto’o fuori degli interrogativi? Beh, non so. Ho ancora due allenamenti”.

LE PAROLE DI ZOLA – Dal canto suo, Zola conferma la solita grinta (mostrata fin qui solo in conferenza stampa) e non pensa alle voci sul possibile esonero: “Conosco le implicazioni della mia professione, so che dipende sempre dai risultati. Io continuo a lavorare con serietà e cerco di migliorare quello che non va. La settimana la passo lavorando, non ascoltando tutto quello che si dice in giro. Sono il primo a non essere contento di come stanno andando le cose, detto ciò accetto tutte le critiche su me e squadra tranne una: non si può dire che non ci stiamo mettendo impegno“. “Va bene tutto, – ha detto l’ex tecnico del Watford – ma questo non deve essere messo in dubbio. E’ un momento difficile e sappiamo che questo rende tutto più faticoso, ma crediamo fortemente in quello che facciamo. Sappiamo che arriverà un momento in cui ci lasceremo alle spalle tutto questo. A centrocampo abbiamo qualche problema, ma ho giocatori che possono adattarsi ed eventualmente anche cambiare il numero dei centrocampisti”. Husbauer potrebbe sostituire l’infortunato Donsah: “E’ migliorato molto, potrebbe essere il suo momento. Ho portato avanti due idee di gioco, ma preferisco fare un po’ di pretattica e non dico ancora quali siano“. Ekdal non ci sarà, Sau forse: “Sta bene, è rientrato e ha grande voglia. Poi vedremo quanto tempo può giocare”. Un appunto sulla prestazione deludente con il Verona: “L’atteggiamento della squadra è sempre stato giusto, tranne che con il Verona. Quello è stato un passo indietro sul piano del gioco. Comunque giocare contro quel Verona partendo dallo svantaggio immediato non era certo facile, ma ripeto è stato comunque un passo indietro. Margini di miglioramento? Certo che ne abbiamo, di sicuro non stiamo girando al 100%”.

LE PROBABILI FORMAZIONI DI SAMPDORIA-CAGLIARI

Sampdoria: Viviano; De Silvestri, Silvestre, Romagnoli, Regini; Obiang, Palombo, Soriano; Eder, Okaka, Eto’o. All.: Mihajlovic.

Cagliari: Brkic; Gonzalez, Rossettini, Diakité, Murru; Dessena, Crisetig, Husbauer; Mpoku; Cop, Longo. All.: Zola.

@antoniocasu_

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *