Gianpiero Farina
No Comments

Felipe Anderson incanta tutti…ma non Dunga

Il CT del Brasile convoca Robinho e Tardelli ma non il fantasista della Lazio

Felipe Anderson incanta tutti…ma non Dunga
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il CT del Brasile Carlos Dunga ha reso nota la lista dei convocati per le amichevoli contro Francia e Cile in programma rispettivamente il 26 marzo a Parigi e il 29 marzo a Londra. Ciò che spicca è l’assenza di Felipe Anderson, vero trascinatore della Lazio, a cui, sono stati preferiti Robinho e Diego Tardelli, attaccante 30enne che milita tra le file del Shandong Luneng, squadra cinese.

Dunga non ha convocato Felipe Anderson per le amichevoli contro Francia e Cile.

Dunga non ha convocato Felipe Anderson per le amichevoli contro Francia e Cile

INDISCREZIONI NON CONFERMATE – Quindi nessuna conferma per le indiscrezioni che volevano il giocatore della Lazio inserito nei 23. Dunga decide di puntare su altri. Certo una decisione quantomeno discutibile tenendo conto del fatto che Robinho, ora in fase discendente, e Tardelli, che gioca in un campionato di livello non elevatissimo, non sembrano di certo in condizioni migliore del numero 7 biancoceleste. 6 gol e 6 assist nelle ultime sette da titolare: numeri da capogiro quelli di Felipe Anderson che però non sono stati sufficienti per convincere il selezionatore dei verdeoro.

IL SOGNO NON AVVERATO – Ci sperava fortemente Felipe. Le sue prodezze stanno strappando applausi anche in Sudamerica e soprattutto nel suo Brasile. L’infortunio di Lucas Moura aveva, oltre che liberato un posto, alimentato il sogno di vestire per la prima volta la maglia del suo Paese. Ma quel telefono non ha squillato e la delusione è stata tanta. Ma occorre ripartire, come è stato fatto dopo l’infortunio e dopo le brutte vicende personali e familiari. Un giocatore su cui, sino a qualche mese fa, nessuno avrebbe scommesso un euro ma che è riuscito finalmente, dopo un anno e mezzo, ad esplodere stupendo e conquistando tutti. Conquistando soprattutto la tifoseria laziale che ne ha fatto subito un idolo. Il futuro dei biancocelesti passa anche dai suoi piedi. Conquistare la Champions League per convincere anche Dunga e vestire quella maglia verdeoro che sogna sin da bambino: Felipe Anderson ha tre mesi circa per riuscirci.

Gianpiero Farina

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *