Edoardo Baracco
No Comments

Nba, il quintetto della notte: Davis re assoluto, Curry stende i Suns

Davis superstar contro Milwaukee, somina la partita e ne mette 43. Altro partitone di Curry che spazza via i Suns. Wade perde ma ne mette 34

Nba, il quintetto della notte: Davis re assoluto, Curry stende i Suns
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Sono otto le gare andate in scena nella notte Nba, che vede Anthony Davis assoluto protagonista nella vittoria della sua New Orleans. Continua poi la striscia positiva di Golden State, con gli Splash Brothers che annientano i Suns in casa loro. Bene anche Wade e Antetokounmpo.

Anthony Davis (43-10-6) – Spaventoso Davis, assoluto dominatore della notte. Milwaukee ci ha provato, ma si è dovuto scontrare contro un muro più forte di loro. 43 punti e 10 rimbalzi messi a segno, un uomo solo al comando per New Orleans che se adesso si ritrova al nono posto della Western Conference lo deve solo ed esclusivamente a questo mostro vivente. Meraviglioso.

Stephen Curry (36-6-5) – Altra super prestazione degli Splash Brother che annientano i malcapitati Phoenix Suns in casa loro. Thompson ha dato si il suo contributo ma il man of the match è stato senza dubbio Curry. Il suo immenso stato di grazia non sembra conoscere limiti; la scorsa stagione gli è servita per ambientarsi, quest’anno ha trovato il ritrmo giusto e vi lascio solo immaginare ciò che potrebbe tirare fuori questo pisquano in periodo di Play-off. Lo spettacolo è in continua evoluzione.

Dwayne Wade guida alla vittoria gli Heat contro Minnesota

Wade, 34 punti contro i Celtics 

Dwyane Wade (34-4-2) – Nella sconfitta casalinga degli Heat, ai danni dei Boston Celtics, c’è gloria per uno sconfitto. Il migliore infatti è Wade che ha cercato fino alla fine di tenere a galla i suoi Heat, ma senza successo. Partita però ben oltre la sufficienza la sua, con i suoi 34 punti messi a segno, 4 rimbalzi e 2 assist. Unica nota positiva.

Giannis Antetokounmpo (29-5-4) – Altra nota positiva tra gli sconfitti, 114-103 contro il supremo Davis. Antetokounmpo però ha tenuto botta al re della serata, ma ha dovuto capitolare anche lui davanti alla supremazia di New Orleans. 29 punti sono comunque tanti e la prestazione rimane ampiamente positiva. Peccato per il risultato finale.

J. J. Redick (26-5) – L’uomo che non ti aspetti. Il migliore in campo allo Staple Center è proprio J. J. autore di una buonissima prestazione, 26 punti per lui. 76-89 il risultato finale con i Clippers che portano a casa un importante vittoria contro Minnesota. Con Griffin fuori ci pensa lui a portare a casa la pagnotta salendo in cattedra. Piacevole sorpresa per un buon giocatore che, in mezzo a tutti quei fenomeni, riesce a ritagliarsi il suo spazio e a far vedere, quando può, che anche lui vale tanto.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *