Jacopo Bertone
No Comments

Cambiamento epocale a Bergamo: fuori Colantuono, dentro Reja

Si chiude l'era del "Ferguson di Zingonia" e comincia ufficialmente l'avventura di Reja, grintoso e carico come non mai

Cambiamento epocale a Bergamo: fuori Colantuono, dentro Reja
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

E’ notizia di ieri, il presidente Percassi ha preso una decisione forte: Stefano Colantuono abbandona Bergamo dopo quasi 5 anni, all’ex Torino subentra l’eterno Edy Reja, fermo ai box dalla scorsa stagione, ma apparso fresco come una rosa già nella conferenza stampa con cui oggi è stato presentato.

Antonio Percassi, patron dell'Atalanta

Antonio Percassi, patron dell’Atalanta

IL PASSATO – Il tecnico romano paga un’inaspettata crisi di risultati, la prima (e ultima) del suo lungo periodo sulla panchina nerazzurra: l’Atalanta ha sempre offerto buone prestazioni, ma gli è mancato spesso il carattere come testimoniano le svariate rimonte subite nel corso di questi mesi, l’ultima delle quali (1-2 interno contro la Sampdoria) è stata fatale. Indubbiamente c’erano e ci sono ancora problemi tecnici da limare, tuttavia Colantuono potrebbe pagare l’inevitabile calo motivazionale che una squadra allenata per così tanti anni dallo stesso mister affronta, inoltre il recente accostamento della sua persona allo scandalo delle scommesse ha minato lo spirito del classe ’62, storicamente spigliato e vivace davanti alle telecamere, mentre non a caso ultimamente è apparso mogio e quasi rassegnato. Ciò nonostante va fatto sicuramente un plauso a quello che Colantuono ha saputo fare a Bergamo in questi anni, anni durante i quali sono stati raggiunti traguardi straordinari e allo stadio Atleti Azzurri d’Italia si è sempre potuto ammirare un calcio frizzante e coinvolgente basato sulla vitalità dei giovani e sull’orgoglio dei veterani, un calcio d’altri tempi, un calcio da Atalanta.

IL PRESENTE – “Credo di essere già entrato in buona sintonia con la squadra che mi è sembrata desiderosa e determinata a tirarsi fuori dai guai. Credo che l’Atalanta abbia i mezzi per farcela” queste le prime parole di Edy Reja da tecnico dell’Atalanta, dichiarazioni di ottimismo e di straordinaria concretezza che non sono sicuramente dispiaciute a un pubblico appassionato come quello bergamasco, così come al presidente Percassi, l’uomo che così fortemente l’ha voluto in nerazzurro, e a Pierpaolo Marino. Già, Marino: si ricompatta dopo tanto tempo il duo che ha risollevato il Napoli dagli anni bui delle serie minori, una missione quasi impossibile, di conseguenza perché non dar loro fiducia anche in questa versione nerazzurra? Le idee ci sono: non ci sarà alcuna rivoluzione tattica, si giocherà quasi sicuramente con un 4-3-3, gli uomini chiave saranno Baselli e Denis, un pupillo dell’ex alleanatore del Cagliari, ma ciò che più importa è la motivazione, sarà in quest’ambito che si concentrerà il lavoro di questo vecchio lupo di mare che in vita sua le ha viste tutte (ma proprio tutte!) e che ora mette a disposizione della Dea la sua esperienza, la sua grinta e la sua voglia di essere importante anche a 70 anni, alla faccia della carta d’identità…

Jacopo Bertone (@JackSpartan92)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *