Connect with us

Ciclismo

Tour de France, le pagelle della sedicesima tappa

Pubblicato

|

BAGNERES DE LUCHON (FRANCIA), 18 LUGLIO

Voeckler, voto 10 –  Un ‘Attila’ della bicicletta. Si fa 170 km di fuga, staccando ad uno ad uno i corridori che provano a superarlo, o quantomeno a tenerlo. Inutile. Vince trionfante la tappa francese più prestigiosa.

Vinokourov, voto 10 – Spettacolare la grinta e la volontà di un Peter Pan di 39 anni. Suda e ringhia per l’intera tappa, fino a conquistare solo il quarto posto causa lo scarpino che scivola fuori del pedale. Immortale.

Sorensen, voto 9 – Un altro eterno dannato. E’ alla terza fuga, la seconda da protagonista. Due volte sul secondo gradino del podio. Sfortunato si, ma generosissimo.

Nibali, voto 8,5 – E’ l’unico che ha le gambe, il coraggio e la determinazione di sfidare gli Sky. Oggi aveva un Basso in più che faceva selezione in salita. Ci ha provato con due scatti sull’ultimo GPM. Non c’è riuscito. Domani potrebbe essere l’ultima chance. Intanto , si assicura il podio.

Basso, voto 8 – Anch’ egli ad un’età venerabile, dimostra di non essere uno scarto. Tiene un passo devastante in salita che sparpaglia corridori a destra e a manca. Poi , naturalmente,molla. Da capitano a gregario. Ma la stoffa è sempre quella.

Wiggins, voto 8 – E’ padrone del Tour senza sforzi. Quando scatta Nibali per la seconda volta , dice a Froome ‘ ci penso io’ e lo va a riprendere. Gran dimostrazione di lucidità e potenza. Un’accoppiata che lo porta sempre più trionfatore a Parigi.

Antonio Fioretto

 

 

 

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending